Giacomo Rossetto porta il suo monologo “Borsellino” nella Marca

Sabato 13 aprile alle 20.45 nel Teatro “La Loggia” di Cison di Valmarino

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Proseguono fino al 5 maggio gli spettacoli della Rassegna teatrale 2019 organizzata dall’Accademia Teatrale “Lorenzo Da Ponte”, unica scuola di formazione teatrale professionale della provincia di Treviso, in collaborazione con il Comune di Cison di Valmarino. Tra gli ospiti della rassegna c’è Giacomo Rossetto, di Teatro Bresci, che porta il suo monologo “Borsellino” alla volta di sabato 13 aprile alle 20.45 proprio nel Teatro “La Loggia” di Cison di Valmarino. Il giudice Paolo Borsellino, assassinato da cosa nostra assieme a cinque agenti della sua scorta nella strage di via d’Amelio, è considerato uno dei personaggi più importanti e prestigiosi nella lotta contro la mafia, insieme al collega ed amico Giovanni Falcone. Sono passati 25 anni da quel maledetto 19 luglio, giorno della strage. Con lo spettacolo si vuole raccontare la vita del magistrato Borsellino attraverso la descrizione dell’uomo Paolo, un uomo tutto d’un pezzo, un uomo che non accetta compromessi, un uomo dal forte rigore morale, un uomo semplice diventato eroe, il cui lavoro però non è ancora finito. Dopo la morte dell’amico e collega Giovanni Falcone, il coraggio è ciò che spinge, nonostante la paura, il giudice Paolo Borsellino a compiere fino in fondo il proprio dovere. Di magistrato e di uomo, perché pubblico e privato si contaminano sempre nella sua vita: i pensieri del giudice si rispecchiano in quelli dell’uomo e viceversa. È una storia di parole, fatti, speranze, delusioni, numeri. Numeri che raccontano i kg di tritolo. Numeri che raccontano i mafiosi condannati. Numeri che raccontano gli amici persi. Numeri che sono grandi o piccoli, ma sempre importanti. È una storia fatta di parole e suoni, musiche e immagini. Per continuare a lottare. Ingresso gratuito con offerta libera.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento