A Valdobbiadene torna "Poesie in cantina"

Tre serate dedicate alla lirica del paesaggio. Sabato 10 novembre spazio alla poesia europea, venerdì 17 e 23 novembre a quella italiana e locale. Un evento da non perdere

In foto un'immagine della scorsa edizione

Sarà interamente dedicata al tema del paesaggio la seconda edizione della rassegna “Poesie in cantina”, promossa in collaborazione con l’assessorato alla cultura del Comune di Valdobbiadene e il comitato della biblioteca comunale.

Un ciclo composto da tre serate distinte, legato a doppio filo con la progettazione del nuovo museo d’archeologia industriale e del paesaggio (Maip), che con l’inizio del 2019 troverà spazio nell’ala ovest dell'ex opificio annesso a villa dei Cedri, oggi in fase di restauro grazie all’amministrazione comunale valdobbiadenese. Il primo appuntamento, fissato per sabato 10 novembre 2018 alle ore 19, nel parco della Filandetta della cantina Bortolomiol, toccherà “Il paesaggio nella poesia europea” a cura di Francesca Monego e con le letture di Alessandro Perone e Daniele Gosetto. Sarà quindi “Il paesaggio nella poesia italiana” il protagonista della seconda serata, programmata per venerdì 16 novembre alle ore 19, nella sede della Confraternita di Valdobbiadene in piazza a San Pietro di Barbozza e con le letture curate dal gruppo Vocidistorie della biblioteca comunale. La rassegna si concluderà il prossimo venerdì 23 novembre alle ore 19 nella cantina Fasol Menin in località Colderove, dove andrà in scena la poesia locale con “Il paesaggio di Andrea Zanzotto e Luciano Cecchinel” a cura di Miro Graziotin. Le letture saranno curate da Sandro Buzzati.

«Abbiamo deciso di continuare a promuovere l’iniziativa - spiega l’assessore alla cultura del Comune di Valdobbiadene, Martina Bertelle - che già l’anno scorso aveva riscosso un discreto successo. Le cantine che ospitano le serate offrono al pubblico un piccolo rinfresco finale e quest’anno, inoltre, abbiamo realizzato un libretto di sala per ogni serata con le poesie trattate». «Il tema scelto è il paesaggio - chiude l’assessore Bertelle - che ben si sposa con la progettazione del nuovo Maip nella pertinenza sud di villa dei Cedri. Senza dimenticare le tante iniziative che in questi 4 anni sono state fatte per promuovere il nostro paesaggio attraverso le varie forme artistiche: il concorso pittorico "dentro il paesaggio", i convegni fatti e le mostre di pittura e fotografie esposte in villa dei Cedri, il presepe artistico di Maurizio Ruggiero, le escursioni e le passeggiate che ogni anno si organizzano su tutto il territorio dal Piave al Cesen».

Potrebbe interessarti

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • Malattia incurabile: morto il titolare della pizzeria "Da Gennaro"

  • Bambina di tre anni "dimenticata" all'interno di uno scuolabus

I più letti della settimana

  • Spaventoso rogo in una autodemolizione, a Fiera torna l'incubo

  • Prostitute a casa dei clienti, 200 euro a prestazione: tra le squillo anche una minorenne

  • Carambola tra cinque auto e un camion sulla Feltrina, quattro feriti

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • L'addio a "Pina", il marito: «Farò di tutto perché sia fatta giustizia»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento