Il naturalista Michele Zanetti ospite del Salotto Botanico Barbazza

Il grande esperto di ricerca naturalistica sarà ospite del salotto botanico trevigiano giovedì 2 maggio alle ore 18.30. Ingresso libero, prenotazioni consigliate

“Una passeggiata sulla Restera” è il titolo del Salotto Botanico di giovedì 2 maggio (ore 18,30) al Barbazza Garden Center di via San Pelajo. A condurre idealmente il pubblico, poiché l’incontro si svolgerà come di consueto nella Serretta all’ingresso del Garden. tra le verdi rive del Sile sarà Michele Zanetti, naturalista e infaticabile divulgatore delle scienze naturali.

Grazie alla sua profonda conoscenza del territorio e delle specie botaniche che lo popolano, e con l’ausilio di molte immagini, si potrà “percorrere” insieme a lui l’Alzaia del Sile, secolare strada di lavoro che seguiva il corso di un fiume che fu la porta veneziana verso i mercati della terraferma e che fino agli anni Sessanta è rimasta un’arteria commerciale, oggi felicissima passeggiata nel verde a due passi dal centro storico. Una passeggiata che in primavera, tra i colori sgargianti degli alberi da frutto in fiore e tutte le gamme del verde che la natura offre al suo risveglio, si snoda in tante diverse cornici di grande suggestione naturalistica e non solo. Ingresso libero e gratuito. Info: 0422.308301.

Michele Zanetti si occupa da circa cinquant’anni di ricerca naturalistica sul territorio e di divulgazione delle scienze naturali, la vera passione della sua vita. È autore di volumi su temi naturalistici e ha contribuito alla redazione di importanti volumi scientifico-divulgativi. Si occupa inoltre di didattica delle scienze naturali ed è coautore di numerose pubblicazioni sul tema; autore o coautore di alcuni volumi-guida ad aree di grande interesse naturalistico del territorio nazionale. Per illustrare le sue pubblicazioni ha realizzato centinaia di disegni di piante e di animali. Pratica con assiduità la fotografia naturalistica e ha realizzato alcune mostre fotografiche a soggetto paesaggistico e naturalistico, costituendo un archivio fotografico di 50 mila diapositive e di oltre 300 mila files digitali. Ha svolto e continua a svolgere una intensa attività di divulgazione, con centinaia di lezioni su argomenti relativi alla geografia naturale, alla biodiversità e alla tutela naturalistica del territorio veneto e dell’intero territorio nazionale. Ha “disegnato” giardini per circa trent’anni, applicando il principio della diffusione delle specie arboree autoctone nel verde domestico, ma anche il concetto della semplicità e dell’armonia che vengono espresse dagli insiemi floristici naturali. Tra le numerose realizzazioni figurano il parco fluviale che circonda il municipio di Jesolo Paese e il parco-bosco “Federico Fellini” di San Donà di Piave. Ha progettato il Centro Didattico Naturalistico “Il Pendolino” di Noventa di Piave, il Centro Didattico “La Piave Vecchia” di Musile di Piave, il Centro visite dell’Oasi di Trepalade (Quarto d’Altino, VE), nel Parco del Sile e il primo Centro visite di Valle Vecchia (Caorle, VE). Dall'età di vent'anni è impegnato nell'associazionismo e precisamente nel volontariato naturalistico: è socio fondatore (1974) e attuale presidente dell’Associazione Naturalistica Sandonatese, oltre che fondatore dell’Osservatorio Florofaunistico Venetorientale, organo della stessa associazione.

Potrebbe interessarti

  • Malattia incurabile: direttore dell'Interspar perde la vita a 41 anni

  • Trascinate dalla corrente: due sorelle rischiano di annegare nel Piave

  • Cane abbandonato sotto il ponte di Segusino: trovato il proprietario

  • Infarto fatale, panettiere stroncato a soli 48 anni

I più letti della settimana

  • Schianto fatale tra moto e camion: muore un centauro di 27 anni

  • Malattia incurabile: direttore dell'Interspar perde la vita a 41 anni

  • Gita in pedalò, entra in acqua e non riemerge: disperso un 23enne

  • Jesolo: trovato senza vita il ragazzo disperso in mare

  • Autostar vende a prezzo ridotto le auto danneggiate dal maltempo

  • Esce a tagliare l'erba: operaio del Comune trovato morto in strada

Torna su
TrevisoToday è in caricamento