Mostra "Storie dell'impressionismo - I grandi protagonisti da Monet a Renoir, da Van Gogh a Gauguin"

In questo 2016 Linea d’ombra compie vent’anni. Oltre dieci milioni i visitatori finora. Per festeggiare tale circostanza, la società ha scelto di tornare nell’incantevole città di Treviso, dove è nata e dove mancava dal 2003. Con un progetto che ruota attorno a una grande esposizione, a cura di Marco Goldin, sulle Storie dell’impressionismo, in grado di fare sintesi di alcuni anni di studio su questo tema. Con prestiti straordinari da musei e collezioni private di mezzo mondo. Per ricostruire non una sola storia, ma le molte storie dell’impressionismo. Tutto ciò che si raccoglie nei temi del ritratto, della natura morta e ovviamente del nuovo paesaggio dipinto. Perché il pubblico, più di sempre, si possa emozionare davanti a tanta bellezza. Questa mostra non racconta solo, canonicamente, quel mezzo secolo che va dalla metà dell’Ottocento fino ai primissimi anni del Novecento. Ma anche quanto la pittura in Francia aveva prodotto, con l’avvento di Ingres a inizio Ottocento, nell’ambito di un classicismo che sfocerà, certamente con minore tensione creativa, nelle prove, per lo più accademiche, degli artisti del Salon.

Quindi mettendo in evidenza quanto preceda l’impressionismo − e lo prepari anche come senso di reazione rispetto a una nuova idea della pittura − e quanto da quell’esperienza rivoluzionaria, e dalla sua crisi negli anni ottanta, nasca e si sviluppi poi. Le diverse sezioni non sono quindi mondi a se stanti e indipendenti, ma intendono far comprendere come il linguaggio dei giovani impressionisti vivesse nel tempo stesso del Salon. Non dunque un prima e un poi, ma un’esperienza storica che si esprime all’unisono.

LE SEZIONI DELLA MOSTRA  - Un cammino tra i capolavori che hanno segnato una delle maggiori rivoluzioni nella storia dell'arte di tutti i tempi.

LO SGUARDO E IL SILENZIO - Percorso del ritratto da Ingres a Degas a Gauguin. La storia del ritratto francese dall’inizio dell’Ottocento con Ingres e Delacroix, prosegue con capolavori di Courbet, Manet, Degas, Renoir tra gli altri. Fino a toccare quel punto di vero fuoco nel colore tra Van Gogh in Provenza e Gauguin a Tahiti.

FIGURE SOTTO IL CIELO - Da Millet a Renoir. Una sezione tutta dedicata all’indagine della figura umana nello spazio, sia esso il luminoso giardino di Monet o un prato in primavera dipinto da Renoir. Le spiagge di Normandia dipinte da Boudin o i boschi di Corot e Courbet. Una lunga passeggiata che si concluderà al riparo dei cipressi di Van Gogh.

LA POSA DELLE COSE - Da Manet a Cézanne. La natura morta come celebrazione intima della vita nella quotidianità delle cose. Allegoria della fugacità del tempo in Fantin-Latour ed evocazione di esistenze in Manet, la natura morta diventa vitale fioritura in Van Gogh e simbolo assoluto della realtà nei capolavori di Cézanne.

UN NUOVO DESIDERIO DI NATURA - Da Corot a Van Gogh. Quello che Monet e gli altri suoi compagni di strada vogliono dire – pensando al topos del paesaggio impressionista – è una quintessenza di profumi, di ceneri, di silenzi, di fioriture. L’adagiarsi delle luci sull’erba, e poi l’ombra che coglie, mutandolo, il colore prima che venga sera.

L'IMPRESSIONISMO IN PERICOLO - Monet e la crisi del plein-air. Una sezione dedicata alla straordinaria avventura di Monet, animatore di una delle più importanti rivoluzioni della storia dell’arte eppure protagonista di un linguaggio poetico assolutamente unico. Un succedersi di capolavori nati en plein air, in Normandia o lungo la Senna, e poi completati in atelier, dove il dipingere diventa inedita visione della natura. In un processo di studio che aprirà la strada all’idea della “serie”.

COME CAMBIA UN MONDO - Gli anni estremi di Monet e Cézanne Chiudono la mostra le opere ultime di Cézanne e Monet, superbe testimonianze di un pensiero che trascende lo specifico dell’arte per aprirsi al significato più pieno della vita. Da un lato Monet che, specchiata nello stagno di Giverny, scopre la profondità della visione interiore e dall’altro Cézanne, giunto nei suoi anni estremi a quell’unione silenziosa e divina tra la forma e l’essere. 

PRENOTAZIONI E INFORMAZIONI

Call Center, Tel. 0422 429999 / biglietto@lineadombra.it

ORARIO CALL CENTER: dal lunedì al venerdì ore 9 - 13.30 e 14.30 - 18 (chiuso sabato, domenica e i festivi) 
https://biglietto.lineadombra.it

ORARIO MOSTRA: da lunedì a giovedì: 9 - 18, da venerdì a domenica: 9 - 19

UN SOLO BIGLIETTO, TANTE COSE

Qualsiasi tipologia di biglietto dà diritto a visitare, nel corso della stessa giornata, quanto di seguito specificato all’interno del Museo di Santa Caterina: Storie dell’impressionismo; Tiziano Rubens Rembrandt; Da Guttuso a Vedova a Schifano; Collezione permanente della Pinacoteca civica; Sezione archeologica; Chiesa di Santa Caterina con gli affreschi di Tomaso da Modena.

APERTURE STRAORDINARIE

28 ottobre: 20 - 01 della notte (i biglietti per questa giornata saranno venduti solo alla biglietteria della mostra, senza dunque possibilità di prenotazione)

29 ottobre: 9 - 01 della notte

30 e 31 ottobre: 9 - 22

1 novembre e dall’8 al 10 dicembre: 9 - 20

25 dicembre: 15 - 20

dal 26 al 30 dicembre: 9 - 20

31 dicembre: 9 - 2 della notte

1 gennaio 2017: 10 - 20

dal 2 al 7 gennaio 2017: 9 - 20

CHIUSO IL 24 DICEMBRE

La vendita dei biglietti è sospesa un’ora prima della chiusura degli spazi espositivi.

BIGLIETTI PER PRIVATI

SENZA PRENOTAZIONE (acquistabili solo in mostra)

Intero € 14,00

Ridotto € 11,00 studenti maggiorenni e universitari fino a 26 anni con tessera di riconoscimento, oltre i 65 anni,

giornalisti con tesserino

Ridotto € 8,00 minorenni (6-17 anni)

CON PRENOTAZIONE

Intero € 15,00

Ridotto € 12,00 studenti maggiorenni e universitari fino a 26 anni con tessera di riconoscimento, oltre i 65 anni,

giornalisti con tesserino

Ridotto € 9,00 minorenni (6-17 anni)

CON PRENOTAZIONE E VISITA GUIDATA (in italiano)

Intero € 22,00

Ridotto € 19,00 studenti maggiorenni e universitari fino a 26 anni con tessera di riconoscimento, oltre i 65 anni,

giornalisti con tesserino

Ridotto € 16,00 minorenni (6-17 anni)

BIGLIETTO APERTO € 18,00

Visita le mostre quando vuoi, senza necessità di bloccare data e fascia oraria precise. Acquistabile via internet, tramite call center o, a mostra aperta, alla biglietteria del Museo civico di Santa Caterina. Questo stesso biglietto potrà essere regalato a chi si desidera.

GRUPPI

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA (minimo 15 massimo 25 persone con capogruppo gratuito)

Intero € 11,00

Ridotto € 8,00 minorenni (6-17 anni)

Per i gruppi con guida propria l’affitto obbligatorio degli apparati ricetrasmittenti è di € 80

SCUOLE

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA (minimo 15 massimo 25 studenti con due accompagnatori a titolo gratuito)

Ridotto € 6,00

Per visite effettuate il sabato e la domenica viene applicata la tariffa dei gruppi.

INGRESSO GRATUITO

Bambini fino a 5 anni compiuti (non in gruppo scolastico), accompagnatore di portatore di handicap.

VISITE GUIDATE

PRENOTATE PER I GRUPPI € 120,00 (fino a 25 persone)

(in lingua straniera: € 130,00)

Per le scuole € 60,00 (solo se prenotate, massimo 25 studenti)

(in lingua straniera € 70,00)

Non prenotate € 7,00 a persona (minimo 10, massimo 25 persone, solo in caso di disponibilità del personale)

Con esclusione delle scuole, le visite guidate verranno effettuate con l’ausilio di un apparato microfonico, compreso nel costo della visita guidata. Le scuole che non si servono per le visite di personale incaricato da Linea d’ombra devono avvalersi del proprio personale docente. Non sono consentite visite guidate se non autorizzate dalla direzione. Servizio di audioguide per i visitatori singoli. Guardaroba gratuito obbligatorio per borse e zaini. Accesso e servizi per i disabili. Non possono essere ammessi carrozzine, passeggini, ombrelli, animali, cibo e bevande. All’interno della mostra sono consentiti marsupi per bambini. Non è consentito l’uso di cellulari, macchine fotografiche o di altri apparecchi elettronici all’interno della mostra. Tali apparecchi potranno essere introdotti in mostra solamente spenti.

AUDIOGUIDE

ADULTI

disponibile in lingua italiana e inglese

€ 6,00 (+ € 0,50 se acquistate in prevendita)

BAMBINI

disponibili solo in italiano

€ 4,00 (+ €0,50 euro se acquistate in prevendita)

SCONTI PER LE FAMIGLIE

(validi solo per noleggi effettuati in mostra e non in prevendita)

3 audioguide: 1€ di sconto sul totale

4 audioguide: 2€ di sconto sul totale

5 o più audioguide: 5€ di sconto sul totale.

Servizio realizzato in collaborazione con ANTENNA INTERNATIONAL

COME ARRIVARE

In treno: Linea Venezia - Udine (fermata Treviso centrale), poi 12 minuti a piedi dalla stazione, oppure, sempre dalla stazione, prendere un autobus MOM (linee n. 1 e 7), fermata Piazza Matteotti. App gratuita TreviMove per acquistare il biglietto del bus. www.mobilitadimarca.it

In auto: Autostrada A27 Venezia - Belluno, uscite Treviso Sud o Treviso Nord a seconda della provenienza.

PARCHEGGI CONSIGLIATI

Parcheggi nei pressi dei musei: Piazza Matteotti, Borgo Mazzini, Piazzale Burchiellati (questi tre con esclusione del martedì e del sabato mattina per mercato), Piazza Santa Maria Maggiore, Parcheggio zona Stadio comunale, Park multipiano “Dal Negro” www.dnup.it

BUS TURISTICI

Sosta breve per la discesa e la salita dei visitatori all’esterno di Porta San Tomaso (5 minuti a piedi dal Museo di Santa Caterina). Area di parcheggio per i bus turistici (sosta lunga): Via Cisole.

PARCHEGGI E SOSTA CAMPER

Parcheggio zona Stadio comunale (10 minuti a piedi dal Museo di Santa Caterina) in via Castello d’Amore.

TAXI

Radio Taxi Treviso: 0422.431515. Stalli di sosta dei taxi: Stazione Ferroviaria e Piazza Indipendenza.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...



Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Potrebbe Interessarti

    • Mostra "Storie dell'impressionismo - I grandi protagonisti da Monet a Renoir, da Van Gogh a Gauguin"

      • dal 29 ottobre 2016 al 1 maggio 2017
      • Museo di Santa Caterina
    • Mostra "Giappone fiorito" a Ca' dei Carraesi

      • dal 31 marzo al 7 maggio 2017
      • Ca' dei Carraresi
    • “Francis Bacon. Un viaggio nei mille volti dell’uomo moderno”

      • dal 15 ottobre 2016 al 1 maggio 2017
      • Ca' dei Carraresi

    I più visti

    • Mostra "Storie dell'impressionismo - I grandi protagonisti da Monet a Renoir, da Van Gogh a Gauguin"

      • dal 29 ottobre 2016 al 1 maggio 2017
      • Museo di Santa Caterina
    • Mostra "Giappone fiorito" a Ca' dei Carraesi

      • dal 31 marzo al 7 maggio 2017
      • Ca' dei Carraresi
    • “Francis Bacon. Un viaggio nei mille volti dell’uomo moderno”

      • dal 15 ottobre 2016 al 1 maggio 2017
      • Ca' dei Carraresi
    • Mostra "Bellini e i Belliniani"

      • dal 25 febbraio al 18 giugno 2017
      • Palazzo Sarcinelli
    Torna su
    TrevisoToday è in caricamento