Il pittore contemporaneo cino-americano Li Hongtao a Casa dei Carraresi

TREVISO Lo chiamano il “Van Gogh cinese” per il vigore delle sue pennellate e per l’uso di colori primari accostati in un armonico stridio e stesi sulla tela con tratti corposi, magmatici, quasi sanguigni. Nelle opere di Li Hongtao, artista cinese nato nel 1947 nella “Città del Romanticismo” cinese Dailan, vi è racchiuso tutto il mistero che dagli Impressionisti ai Macchiaioli ancora affascina: la figura che scaturisce da singole pennellate, senza la necessità di un tratto a definirla. La pittura di Li Hongtao “ha sicuramente una sua immediata originalità: non è assimilabile  alla  tradizionale  arte  cinese,  la  quale obbedisce a suoi precisi canoni figurativi; ma non è neppure raffrontabile con la moderna pittura  che  due  generazioni  di  artisti  cinesi hanno espresso “pensando” all’Occidente. Li Hongtao si è ritagliato un suo spazio “indipendente” , grazie ad un uso personalissimo del colore che irrompe  come  un tumulto nelle tele di Li Hongtao: sgorga sugoso come un magma che esplode e irrora la superficie di un suo andamento che appare casuale, eppure è “logico” nelle sue violenze cromatiche.

Un artista affascinante dunque che riesce a catturare gli stati d’animo rendendoli reali e materici grazie ad un sapiente uso della tecnica pittorica in grado di rielaborare e fare propri gli stili e le correnti artistiche occidentali dell’Otto e del Novecento. Apprezzato anche dalla critica e dal panorama collezionistico italiano, Li Hongtao per la prima volta espone le sue opere a Treviso, a Casa dei Carraresi dal 29 luglio al 9 agosto, in una mostra curata da Adriano Màdaro, sinologo tra i più famosi, già curatore delle grandi mostre dedicate all’Oriente. Alcune opere del pittore cino-americano andranno a fare parte della collezione di Luciano Benetton. Prima della cerimonia di inaugurazione infatti, il pittore consegnerà a Luciano Benetton una serie di mini quadri 10x12 dipinti apposta per la collezione "Imago Mundi" che Benetton sta raccogliendo in tutto il mondo. Altre opere saranno omaggiate dall'artista a Fondazione Cassamarca e al Comune di Treviso, che riceverà alcuni attestati per la sua attività di artista che opera tra la Cina e gli Stati Uniti. Ad illustrare l’opera di questo singolare ed apprezzato artisti cinese definito da alcuni critici "il Van Gogh cinese" per la forza del colore che sprigiona dalle sue opere, sarà la Professoressa Stefania Portinari, docente di arte moderna all'Università di Venezia, invitata per l’occasione. La mostra è curata da Adriano Màdaro e apre una stagione dedicata alla moderna arte cinese iniziativa voluta dal presidente di Fondazione Cassamarca Dino De Poli come egli stesso scrive in apertura di catalogo che verrà omaggiato alla Stampa e agli ospiti presenti.

Orari: 10-13 e 15-19 dal lunedì alla domenica

INGRESSO LIBERO

LI HONGTAO

L’artista è nato nel 1947 a Dalian, la “Città del Romanticismo” cinese.  Oggi è professore onorario al Randolph-Macon Collegem americano,accademico onorario dell’IVO, consulente per l’Associazione Giapponese  di Arte Internazionale, “senior” consulente d’arte per l’Associazione di scambi culturali sino-americani, consulente del canale televisivo USA Today e della U.S. Ivy Poetry. Nel 2011 ha figurato nella lista delle prime 10 persone importanti del Distretto di Washington.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • “Per non dimenticare”: ecco la mostra con scritti e oggetti di ex internati

    • Gratis
    • dal 13 aprile 2019 al 27 gennaio 2020
    • Museo degli Alpini
  • L'Industrial Art sbarca nella Marca con Salvatore Indriolo e Debora Fior

    • dal 14 settembre 2019 al 12 gennaio 2020
    • Museo Casa Gaia da Camino (2° piano)
  • Montebelluna dedica una mostra a Thomas Edison: «L'uomo che inventò il futuro»

    • dal 17 novembre 2019 al 31 maggio 2020
    • Meve

I più visti

  • “Per non dimenticare”: ecco la mostra con scritti e oggetti di ex internati

    • Gratis
    • dal 13 aprile 2019 al 27 gennaio 2020
    • Museo degli Alpini
  • Visita in cantina - wine tour & tasting

    • dal 1 aprile al 31 dicembre 2019
    • Canevel Spumanti S.p.a.
  • Cenone di Capodanno al ristorante Al Catello di Conegliano

    • 31 dicembre 2019
    • Ristorante al Castello di Conegliano
  • L'Industrial Art sbarca nella Marca con Salvatore Indriolo e Debora Fior

    • dal 14 settembre 2019 al 12 gennaio 2020
    • Museo Casa Gaia da Camino (2° piano)
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    TrevisoToday è in caricamento