Milano dedica una mostra ai fiori d'incanto della trevigiana Egle Piaser

Le opere floreali della pittrice originaria di Conegliano saranno esposte fino al 20 dicembre negli spazi dell'associazione culturale Renzo Cortina nel capoluogo lombardo

Egle Piaser nasce a Conegliano nel 1965, città in cui attualmente vive e lavora. Diplomata all'accademia di Belle Arti di Venezia nel corso di Pittura, ha insegnato Arte e Immagine. Dalla metà degli anni ’90 espone le sue opere in mostre personali e rassegne a carattere nazionale.

La mostra, visitabile fino al 20 dicembre e allestita negli spazi dell'associazione culturale Renzo Cortina a Milano presenta una selezione di opere recenti dell’artista veneta, la cui ricerca è caratterizzata dal tema floreale. Sono infatti i fiori – spesso dipinti su tele di ampie dimensioni – i soggetti preferiti da Egle Piaser; fiori che hanno un carattere e posseggono una “personalità” propria e contraddistinta, come in una sorta di moderno animismo, dove l’elemento vegetale – personaggio protagonista- quasi si erge a presenza divina, degna di culto osservante. Se vogliamo, anche un sentito omaggio alla pittura floreale fiamminga, che tra il XVI e il XVII secolo ha un suo spazio nella storia dell’arte, e soprattutto nella tradizione olandese, citiamo l’autore più rappresentativo: Ambrosius Bosschaert. Bianchi opalescenti e gialli cromi, rossi vermigli e carmini, velature rosacee e azzurre, le tinte sembrano danzare in vorticose spirali, concentrando la nostra attenzione al centro dell’immagine. La bellezza cangiante dei colori e l’eleganza delle forme dei petali e del fogliame ci cattura, ci seduce e ci incanta in una sensualità emotiva che si protrae – in una sottintesa allusività delle forme – fino a condurci ad un raffinato erotismo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Cade dalla sedia della sua cameretta, bimbo di nove anni grave all'ospedale

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Sfreccia a 127 km/h con il suo bolide: il limite era 50 km/h

Torna su
TrevisoToday è in caricamento