Visite guidate al Meve con quattro esperti d'eccezione

Il nuovo Memoriale dedicato alla Grande Guerra, a Montebelluna, ha organizzato quattro speciali visite guidate con degli ospiti speciali pronti a guidare i visitatori

Prenderanno il via da mercoledì 16 gennaio le quattro visite guidate al Meve di Montebelluna, condotte da esperti che offriranno ogni volta sguardi diversi all’apocalisse della Prima Guerra Mondiale, un conflitto mai concluso.

Ad aprire il ciclo di viste guidate sarà Francesco Ferrarese, mercoledì 16 gennaio alle ore 20.30, con “Il Memoriale attraverso lo sguardo del cartografo per conoscere la cartografia di guerra”. A fare da cicerone ai partecipanti ci saranno nei prossimi mesi lo storico Lucio De Bortoli, lo storico-filosofo Marzio Favero e, infine, Giovanni Callegari e Bruno Marcuzzo. Mercoledì 6 febbraio alle ore 20.30 Lucio De Bortoli parlerà de "Il Memoriale attraverso lo sguardo dello storico locale per conoscere Montebelluna nella Grande Guerra". Un mese dopo, mercoledì 6 marzo alle 20.30 la visita guidata da Marzio Favero dal titolo "Il Memoriale attraverso lo sguardo del filosofo per interpretare la Grande Guerra alla luce delle idee di alcuni pensatori e scrittori prima, durante e dopo il conflitto". Mercoledì 3 aprile, ore 20.30, toccherà a Giovanni Callegari e Bruno Marcuzzo guidare i visitatori nel percorso "Il Memoriale attraverso lo sguardo dell’oplologo, esperto di armi, per meglio comprendere la tecnologia e l’evoluzione tecnica della macchina distruttiva del primo conflitto". Le visite saranno a numero chiuso su prenotazione, massimo 20 persone. Le visite prevedono solo il pagamento del biglietto d’ingresso al Meve ridotto per l'occasione a 5 euro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I segni evidenti di calo glicemico

  • Il piede diabetico: cure e trattamenti

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: fiere e mercatini accendono l'autunno

  • Malore dopo lo spinello: la causa della morte non è stato il trauma cranico

  • Frontale tra auto lungo la Postumia: 5 le persone ferite, una è grave all'ospedale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento