"Poesia senza fine": Cineforum Labirinto replica la proiezione del film di Jodorowsky

Dopo lo straordinario successo riscosso con l'anteprima regionale di venerdì 12 gennaio, l'associazione trevigiana ha deciso di organizzare una replica speciale giovedì 18 gennaio

TREVISO Posti esauriti diversi giorni prima dell'evento, code all'ingresso, sala gremita e decine di spettatori che non sono riusciti ad accedere alla proiezione. Una Ca' dei Ricchi così gremita di gente non si vedeva davvero da tanto tempo a Treviso.

Tutto merito dell'associazione culturale Cineforum Labirinto che, grazie al contributo di "Tra-Treviso Ricerca Arte" è riuscita a portare nella Marca trevigiana l'anteprima regionale dell'ultimo film di Alejandro Jodorowsky, maestro cileno capace di spaziare dal cinema alla letteratura con esiti sempre affascinanti e coinvolgenti. "Poesia senza fine" è il secondo atto di un'ideale trilogia autobiografica che il regista di origini sudamericane ha iniziato nel 2013 e deve ancora finire di completare. Il film, della durata di oltre due ore, è un viaggio ammaliante nella giovinezza di Jodorowsky e nei suoi stupefacenti incontri con il mondo della poesia. Un'opera ricca di coloratissime allegorie pronte a incantare a prima vista. Entusiasti i commenti alla fine della prima proiezione avvenuta venerdì 12 gennaio a Ca' dei Ricchi. Proprio per questo, Cineforum Labirinto ha deciso di organizzare una replica speciale del film giovedì 18 gennaio alle ore 21. Anche questa volta l'ingresso sarà su prenotazione. Il consiglio quindi è di prenotare per tempo, in modo da assicurarsi un posto per una delle esperienze visive più interessanti degli ultimi anni. Un inno alla vita e all'arte difficile da dimenticare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Travolto e ucciso da un treno, la morte di Marco Cestaro fu un suicidio

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

Torna su
TrevisoToday è in caricamento