"Riprendiamo...la strada" omaggio a Giorgio Cavazzano e Federico Fellini

“Riprendiamo…La Strada” è uno spettacolo multimediale che si basa sulla parodia a fumetti del celebre film di Federico Fellini, interpretato da Giulietta Masina e Antony Queen, vincitore del premio Oscar nel 1956. Nella storia, disegnata dal maestro veneziano Giorgio Cavazzano e pubblicata sul “Topolino” del 1991 in omaggio al grande regista italiano, i classici personaggi disneyani: Minnie, Gambadilegno e Topolino, vestono i panni di Gelsomina, Zampanò e il Matto.

La particolare bellezza di questa parodia disneyana sta certamente nel segno fluido e originale di Cavazzano ma anche nello sviluppo della storia che, ad un certo punto, si distacca dalla trama del film ( malinconica e a tratti drammatica ) e prende una direzione diversa, intrecciando il sogno con la realtà e mescolando le situazioni e i personaggi reali con quelli fantastici del mondo di Disney. Per chi non abbia mai visto il film e nemmeno letto il fumetto su Topolino questo spettacolo costituisce un’occasione per scoprire due opere fondamentali della creatività italiana ma offre soprattutto l’opportunità di approfondire il lavoro meticoloso e originale di un autore come Cavazzano che da molti anni realizza per Topolino e per la Disney storie che hanno un carattere unico di originalità, sia nel disegno ( dallo stile inconfondibile ) che nei contenuti. Questa importanza spesso sfugge a coloro che ritengono che il fumetto, soprattutto quello a larga diffusione e di alta qualità come Topolino, sia meno efficace di un buon libro o di un bel film.

“Riprendiamo…La Strada” è uno spettacolo “multimediale”, fatto di tanti contributi e di diversi linguaggi espressivi su un tema comune. Oltre le immagini c’è la musica che, per l’occasione, è stata composta e arrangiata da Paolo De Col, musicista raffinato e sensibile che esegue dal vivo una colonna sonora ispirata sia alla storia disegnata da Cavazzano che ai film di Fellini, avendo dunque come riferimenti il mondo di Disney e quello di Nino Rota senza prescindere però dalla sua personale originalità di musicista e autore italiano contemporaneo. Accompagnato, in questa occasione, da due formidabili musicisti come Gian Paolo Todaro alla chitarra e Lorenzo Terminelli alle percussioni e alle tastiere.

In scena anche due attori fantastici e simpatici come Giovanni Tiveron e Elisa Braido che raccontano con le loro voci la storia e il carattere dei personaggi del fumetto, interpretandoli con intensità e vitalità. Nello spettacolo ( che è itinerante come un circo ) è prevista la presenza di una banda musicale locale, che dello stile felliniano è un po’ il simbolo e dunque ci sarà la speciale partecipazione del Gruppo Musicale Città di Mogliano Veneto diretto dal maestro Martino Pavan. Per concludere, il saluto del maestro Giorgio Cavazzano al pubblico dei presenti in sala in omaggio all’ADVAR e alla sua meritoria attività.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Riparte "Una fetta di teatro": spettacoli per bambini e famiglie a Treviso

    • dal 20 ottobre 2019 al 26 aprile 2020
    • Alcuni Teatro Sant'Anna
  • Maserada sul palco 2020: una rassegna teatrale lunga tre mesi

    • dal 18 gennaio al 7 marzo 2020
    • Auditorium Don E. Vidotto
  • Natale al Teatro Del Monaco, "gift card" e programma speciale per la città e le famiglie

    • dal 21 dicembre 2019 al 5 gennaio 2021
    • Teatro Del Monaco

I più visti

  • Eco City Lab: la città di mattoncini eco - sostenibile

    • dal 14 dicembre 2019 al 26 gennaio 2020
  • “Per non dimenticare”: ecco la mostra con scritti e oggetti di ex internati

    • Gratis
    • dal 13 aprile 2019 al 27 gennaio 2020
    • Museo degli Alpini
  • Da Segusino a Stramare: escursione tra presepi, natura e leggende

    • 26 gennaio 2020
    • Di fronte alla Chiesa Parrocchiale di Santa Lucia
  • Camminata alla scoperta del Montello, tra natura e memorie di Guerra: il Cimitero inglese

    • 26 gennaio 2020
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    TrevisoToday è in caricamento