Il caffè senza porte: in diretta su Zoom il nuovo spettacolo del Teatro Stabile Veneto

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 12/05/2020 al 12/05/2020
    Alle 19
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni

Dopo il sold out della prima puntata e due settimane di laboratorio in cui drammaturghi e attori si sono cimentati online tra scrittura condivisa e prove, martedì 12 maggio alle ore 19 debutta su Zoom Meeting il secondo episodio di “Universerìe. Live da casa” (in replica martedì 19 maggio su YouTube), la fortunata serie teatrale ideata dalla compagnia Amor Vacui per il Teatro Stabile del Veneto, scritta e interpretata dagli studenti dell’Università di Padova, che per questa quinta edizione nata al tempo del Covid 19 si trasferisce dal palcoscenico del Teatro Verdi a quello virtuale di “Una stagione sul sofà”.

Dopo Il prato senza erba il nuovo episodio trae ispirazione da un altro dei grandi “senza” della città di Padova: il Caffè Pedrocchi. Il caffè senza porte è, infatti il titolo della puntata perché come per il Pedrocchi che era aperto continuamente, notte e giorno, il problema delle cose che si possono fare sempre, è che si finisce per non farle mai. In questi mesi, oltre a seguire le lezioni, studiare e preparare gli esami, gli studenti universitari, un po’ come tutto il resto del mondo, hanno deciso che era proprio il momento di fare tutte quelle cose rimandate da sempre per uscire dall’isolamento come persone migliori. Ecco che si sono dati al workout, alla cucina, al finire quel libro rimasto a prendere polvere sul comodino, a imparare a suonare la ghironda svedese, e naturalmente seguire quel maledetto corso di acquerello botanico online. E adesso, nonostante quello che siamo o non siamo riusciti a fare, si avvicina di nuovo il momento di uscire, sentiamo che qualcosa è veramente cambiato? Che cos'è quella strana sensazione che ci trattiene sulla porta di casa?

La piattaforma Zoom Meeting, dove oltre alle prove andranno in scena le 4 puntate, è stata scelta perché è la cosa che più somiglia all’ingresso del pubblico in sala, ovvero la diretta. Gli episodi verranno trasmessi live, alle 19.00, perciò bisognerà presentarsi, essere lì e in quel momento per vivere quella compresenza tra attori e spettatori, necessaria affinché la magia del teatro possa avvenire. L’host accetta i partecipanti al meeting, si spengono le luci delle cucine, delle camere da letto, dei salotti o dei bagni e comincia Universerìe. Nella quinta stagione prosegue il percorso cominciato lo scorso anno con Universerìe – new generation per indagare scelte di vita e vite personali degli studenti che frequentano l’Università degli Studi di Padova attraverso un format rinnovato: un inedito esperimento di “autobiografia generazionale” che mescola finzione e realtà e che produrrà una mini-serie teatrale capace di raccontare la vita universitaria della città di Padova, rendere protagoniste le vite degli universitari, le loro scelte, le loro indecisioni e le loro storie.

Lo spettacolo si potrà vedere in streaming su  questo link

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Tratti: l'opera d'arte va in scena nonostante il Coronavirus

    • Gratis
    • dal 11 aprile al 31 maggio 2020

I più visti

  • Montebelluna dedica una mostra a Thomas Edison: «L'uomo che inventò il futuro»

    • dal 17 novembre 2019 al 31 maggio 2020
    • Meve
  • Film a soli 3 euro dopo lo shopping: l'idea del Multisala Corso

    • dal 28 ottobre 2019 al 30 giugno 2020
    • Multisala Corso Treviso
  • A Oderzo una mostra con 50 corredi ritrovati negli scavi dell'antica necropoli romana

    • dal 23 novembre 2019 al 31 maggio 2020
    • Museo archeologico Eno Bellis
  • Pillole di bon ton sul web con l'imprenditrice Giuliamaria Dotto Pagnossin

    • Gratis
    • dal 27 marzo al 31 luglio 2020
    • ogni venerdì nei canali ufficiali dell’agenzia di eventi (basterà digitare @giuliamariadotto su Youtube, Facebook o Instagram)
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    TrevisoToday è in caricamento