Gli Alcuni presentano la nuova stagione: 4 spettacoli e 3 rassegne per i bambini

Svelata la nuova programmazione del Teatro Sant'Anna di Treviso. Nuovi allestimenti anche al Parco degli Alberi Parlanti, che inaugura un nuovo trend green e ambientalista

Domenica 20 ottobre prende il via la stagione teatrale 2019/2020 rivolta alle scuole e alle famiglie, ideata e organizzata dallo staff de Gli Alcuni. Siamo arrivati alla 22esima edizione dall’inizio dell’attività al Teatro Sant’Anna, un luogo che, insieme al Parco degli Alberi Parlanti, continua a essere catalizzatore di spettacolo, di educazione e di cultura, oltre che importante polo di aggregazione per le famiglie della città e non solo.

I numeri per quanto riguarda la scuola sono come sempre importanti, segno della consonanza delle proposte de Gli Alcuni con le esigenze del mondo della scuola e dell’infanzia. Solo per quanto riguarda le rassegne dedicate alla scuola, sono 4mila gli studenti delle scuole secondarie e oltre 15mila i bambini delle scuole dell’infanzia e primarie che hanno varcato le soglie del Teatro Sant’Anna per assistere a uno o più spettacoli nel corso dell’anno scolastico 2018/2019. Francesco e Sergio Manfio, anima di Gruppo Alcuni e ideatori delle multiformi attività al Parco degli Alberi Parlanti e al Teatro Sant’Anna, affermano convinti: “In molti ci chiedono perché una delle più importanti case di produzioni europee di cartoon si impegni così tanto per mantenere aperto un piccolo teatro per ragazzi a Treviso. La risposta è semplice: perché il teatro è come il nostro pianeta. Se non c’è qualcuno che si fa carico di tenerlo in vita, muore. Un mondo senza teatro è sicuramente un mondo più povero. Insomma, parafrasando uno degli slogan più ascoltati e più veri dei ragazzi del movimento Fridays for Future: come non c’è un Pianeta B, non c’è nemmeno un Teatro B!” Sergio Manfio aggiunge: «Da anni i nostri spettacoli sviluppano temi collegati alla tutela dell’ambiente, cosa che facciamo anche attraverso le nostre produzioni in animazione e con i film di Ciak Junior. Ora però dobbiamo fare di più: l’urgenza climatica non consente di perdere altro tempo. Nel Parco degli Alberi Parlanti e nel Teatro Sant’Anna inizieremo un’attività di sensibilizzazione su questi temi».

 LE RASSEGNE 

Ogni domenica pomeriggio, dal 20 ottobre alla fine di aprile, gli appuntamenti di Una fetta di teatro terranno compagnia ai bambini, regalando loro le storie e le fascinazioni offerte dalla narrazione sul palco, oltre che importanti opportunità di incontro e socializzazione.
Da novembre a metà maggio si svolgono le matinée dedicate alle scuole, con due rassegne – Spazio al teatro, per i bambini dai 3 ai 10 anni e Protagonisti, per la fascia 11-18 anni – molto articolate, che soddisfano le esigenze educative della scuola e che possono diventare lo starter per avviare proficui percorsi didattici. Oltre a ciò, i due cartelloni offrono agli studenti un divertimento intelligente, grazie a linguaggi che sono sempre nuovi ma anche attenti al particolare pubblico a cui tutto il lavoro di programmazione è dedicato. Da segnalare che il costo dei biglietti degli spettacoli e degli abbonamenti, così come quelli dei percorsi al Parco degli Alberi Parlanti, è invariato da anni.

I PERCORSI TEATRALI

Saranno 24 gli appuntamenti domenicali per bambini e famiglie proposti da 15 compagnie teatrali, dal 20 ottobre al 26 aprile 2020. Gli immancabili appuntamenti domenicali di “Una fetta di teatro” partiranno domenica 20 ottobre. Da ben 22 anni il Teatro Sant’Anna è il teatro di varie generazioni di bambini di Treviso. Anche quest’anno Gli Alcuni propongono una lunga rassegna – ventiquattro titoli, da ottobre ad aprile non stop – per soddisfare i gusti di grandi e piccini. Sul palcoscenico ad animare le domeniche pomeriggio, oltre alle coppie formate dal Capi e dall’Assistente, da Polpetta e Caramella, da Fata Corolla e Fata Valeriana, ci saranno tanti altri personaggi provenienti dalle fiabe più note ma anche da mondi inesplorati, tutti con l’unico grande scopo di far divertire, sognare ed emozionare i bambini e le loro famiglie. Ecco dunque che i piccoli spettatori daranno un volto a nomi già conosciuti nelle pagine dei libri come Cenerentola, Pinocchio, Hansel e Gretel, Cappuccetto Rosso, Biancaneve, I musicanti di Brema, Don Chisciotte. Ma non mancheranno storie ed avventure inedite per far conoscere al giovane pubblico storie fantastiche come quelle raccontate in Il topolino che scoprì il mondo, le Fiabe africane, il Girotondo intorno al mondo, le Avventure straordinarie. Il cartellone inoltre ospita due spettacoli che faranno conoscere al pubblico più curioso le vite di personaggi straordinari che, grazie ai loro talenti, hanno contribuito a migliore il mondo: stiamo parlando di Leonardo da Vinci e Gianni Rodari. A 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, Gruppo Alcuni dedica al genio toscano lo spettacolo Leo da Vinci – Missione Monna Lisa; la compagnia Teatro Fuori Rotta omaggia invece il grande Gianni Rodari, a 100 anni dalla sua nascita, con Il paese delle favole al rovescio. Grazie ad allestimenti quali Il dolce, il salato e l’allegro nonché Sei un mito si potranno apprezzare tecniche teatrali che da sempre affascinano generazioni di bambini come i burattini e i pupazzi. Il mondo delle emozioni e delle loro mille sfaccettature lo troveremo in L’ultimo T-Rex era un bullo, La Fata arrabbiata, Popone e il granello di polvere, Il mondo di Fedro, Il bosco delle fate. Imperdibili i tradizionali appuntamenti per festeggiare Halloween il 31 ottobre con Il giardino stregato di Maga Cornacchia e la Festa di Carnevale del 25 febbraio con Viaggio segreto tra i quadri. Il più grande spettacolo in rassegna, per impatto scenografico e numero di artisti in scena, sarà Le quattro stagioni, in programma domenica 1 marzo. Si comincia domenica 20 ottobre alle 16,30 con “Non è proprio Cenerentola”, messo in scena da Gli Alcuni con Polpetta e Caramella: una divertente “rilettura” della fiaba tradizionale che, grazie all’arrivo in scena dei Cuccioli, prende una direzione inaspettata e spassosissima.

Saranno invece 19 gli spettacoli proposti alla scuola dell’infanzia e primaria, protagoniste 12 compagnie teatrali, dal 25 novembre al 15 maggio 2020. Dal 1998 ad oggi “Spazio al teatro” ha regalato a svariate migliaia di studenti e insegnanti l’opportunità di provare un’esperienza diretta, interattiva, senza filtri con il teatro, che si conferma uno strumento dal forte valore formativo e didattico (solo nella scorsa edizione, gli spettatori sono stati ben 15.000). Il cartellone proposto per l’anno scolastico in corso approfondisce e sviluppa temi affrontati sui banchi di scuola ma offre anche occasioni di divertimento e condivisione di emozioni. La programmazione è rivolta ai piccolissimi della scuola d’infanzia – offrendo allestimenti pensati a soddisfare la loro curiosità verso il mondo che li circonda e che stanno imparando a conoscere – e ai bambini della scuola primaria, pubblico invece che inizia a muovere i primi passi in una società non sempre disponibile e attenta alle loro esigenze. Per i più piccoli dunque sono stati inseriti titoli che ripercorrono fiabe già conosciute come Pinocchio, I musicanti di Brema, Hansel e Gretel, Rosso come Cappuccetto Rosso, La voce della Sirenetta, insieme a rappresentazioni che li aiuteranno a dare un nome e un significato alle loro emozioni, quali La Fata arrabbiata, Il paese delle favole al rovescio, Viaggio segreto tra i quadri. Inoltre, grazie a dei bravissimi interpreti, potranno esplorare mondi nuovi e ritrovarsi in Africa grazie a Fiabe africane o a fare Un girotondo intorno al mondo. Per i bambini della scuola primaria il programma teatrale proposto è ricco di personaggi di spicco nel mondo della scienza, della letteratura e della mitologia, questi alcuni titoli: Leo da Vinci – Missione Monna Lisa, Don Chisciotte, Il mondo di Fedro, Sei un mito. Non mancherà l’approfondimento e la sensibilizzazione all’educazione civica attraverso gli spettacoli Ogni bambino è un cittadino, L’ultimo T-Rex era un bullo, Alla ricerca del cellulare perduto. Anche per il pubblico scolastico verrà replicato Le quattro stagioni, importante co-produzione de Gli Alcuni e Teatri e Umanesimo Latino SpA. Si comincia lunedì 25 novembre con “Sei un mito! Eroi e supereroi”, della compagnia Tieffeu Teatro, che porta sul palcoscenico – come fosse una fiaba – gli eventi e gli eroi della Mitologia classica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Undici spettacoli infine per le scuole secondarie di I e II grado, con 10 compagnie teatrali impegnate in 18 repliche, dall’11 novembre all’8 maggio 2020. La grande affluenza di pubblico della rassegna “Protagonisti” (ben 4mila spettatori nella precedente edizione) conferma che la scelta fatta, 15 anni fa, da Sergio e Francesco Manfio nel voler creare un cartellone ad hoc per gli studenti delle scuole secondarie, era vincente. La stesura del cartellone ha dato spazio all’approfondimento di tematiche molto dibattute, che spesso provocano tensioni anche tra gli adolescenti; si affronteranno dunque questioni legate all’integrazione con La festa straniera, al bullismo con I bulli siamo noi e all’uso smodato e impertinente dei social network con Social Inferno. Inoltre, in modo scanzonato ma con la dovuta autorevolezza, verrà portata sul palcoscenico la Costituzione italiana grazie allo spettacolo Ogni bambino è un cittadino. In occasione della Giornata della Memoria 2020 verrà allestito dalla compagnia trentina Teatro delle Quisquilie lo spettacolo Guerra e pane – Se questi sono uomini.
Per alleggerire gli animi e far risvegliare la creatività e lo spirito d’avventura insieme alla compagnia I Guardiani dell’Oca andremo sulle tracce di Moby Dick. La musica invece troverà spazio con Vivaldi attraverso la messa in scena de Le quattro stagioni. Sono sempre molto richieste le rappresentazioni in lingua della compagnia romana Mater Lingua che quest’anno propone in lingua francese Oranges Amères, in lingua spagnola Frida Khalo e in lingua inglese Ubuntu – Life of Nelson Mandela. Il primo appuntamento della rassegna è lunedì 11 novembre con lo spettacolo “Oranges Amères” che viene replicato alle 9 e alle 11,30. La storia di due innamorati algerini a Parigi, dove il mare Mediterraneo diventa elemento che non divide popoli e terre, ma li congiunge.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Misteriosa scia luminosa solca i cieli tra le province di Treviso e Venezia

  • Sparisce di casa andando a fare la spesa: ritrovato nella notte

  • Finisce in acqua mentre gioca in giardino, bimba di due anni muore annegata

  • Ferma il bus per soccorrere un'anziana caduta: lei telefona per ringraziarlo

  • Coronavirus, Imoco Volley in lutto: addio a Paolo "Paolone" Sartori

  • Ammoniaca vs candeggina: cosa uccide meglio i germi?

Torna su
TrevisoToday è in caricamento