"Tema cultura festival" ospita Francesco Zanetti e Titino Carrara

Alle 19.30 la straordinaria voce di Francesco Zanetti darà vita alla lettura teatralizzata del libro “Le cronache di Fandonia. Oltre la tazza”.Alle 21 Titino Carrara in “La Buca del Diavolo” valicherà insieme al pubblico il confine sottile tra visibile e invisibile rappresentato simbolicamente dalle tavole del palcoscenico, lo spazio in cui ha preso corpo la storia della sua famiglia, attori girovaghi da generazioniFilanda Motta di Mogliano Veneto (TV)

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Il Teatro, la vita degli attori girovaghi, i misteri del sottopalco, il sacro e il profano: a Tema Cultura Festival Titino Carrara presenta lo spettacolo “La Buca del Diavolo”. Ospite del quarto appuntamento della rassegna di spettacoli, letture sceniche e incontri musicali curata da Giovanna Cordova – giunta quest’anno alla quarta edizione – l’attore e regista giovedì 25 luglio alle 21 porterà in scena alla Filanda Motta di Mogliano Veneto, Treviso, il suo sguardo intelligente e nostalgico sulla vita degli attori girovaghi.

«Quando appena nato – racconta Titino Carrara, cresciuto in una famiglia di attori girovaghi da generazioni – mi hanno messo nella mangiatoia, che era la cassa dei manifesti con la paglia, e ho fatto Gesù bambino con mio padre che interpretava Erode, ho capito subito che non sarebbe stato facile vivere sul filo del rasoio di una realtà in perenne disequilibrio e apparente contraddizione. Sacro o profano? La Buca del Diavolo ci traghetta dal visibile all’invisibile, ci accompagna alla scoperta dei misteri del sottopalco, quei misteri che fanno del Teatro un rito insostituibile, che apre ad un mondo senza confini geografici, popolato da eroi, vagabondi, scioperati santi e dannati, lì a mezz’aria, a caccia di un orizzonte da conquistare attraverso gli occhi di un’illusione». E sempre giovedì 25 luglio la rassegna Tema Cultura Festival ospiterà Francesco Zanetti, autore del libro “Le cronache di Fandonia. Oltre la tazza”, opera irriverente, satirica e provocatoria che parla il linguaggio dei giovani d’oggi, incardinata in una narrazione fantasy piena di sorprese. Alle 19.30 alla Filanda Motta di Mogliano Veneto l’autore darà vita a una lettura teatralizzata dell’opera. Alle 20.30 aperitivo con gli artisti.

L’edizione 2019 della rassegna Tema Cultura Festival proseguirà con l’evento in programma domenica 28 luglio alle 21. Dopo il sold out della stagione invernale, torna “Rosso Venezia”: sul palco la Compagnia stabile La Stanza racconterà la storia della Serenissima, dalla sua nascita alla resa a Napoleone. Un ritmo incalzante che fonde narrazione, musica e immagine in un unico movimento, per dare la sensazione della velocità e del susseguirsi di tutte le vite che hanno segnato la storia della Repubblica di Venezia. La produzione è firmata Tema Cultura, con le coreografie di Cristian Ruiz, musiche di Piero Gracis e Cristina Donaggio, testo e regia di Giovanna Cordova. La rappresentazione sarà preceduta dal concerto-spettacolo “Muzzles”: sul palco due giovanissime promesse Anna Volpato e Marianna Tandura. Concluderanno la rassegna teatrale Caterina Simonelli e Giacomo Vianello con “R..esistere: 13 buoni motivi per rinunciare al suicidio” (produzione IF Prana), attesi mercoledì 31 luglio alle 21. Lo spettacolo – vincitore del bando Giovani in Scena 2013 (FTS e Teatro Metastasio Stabile della Toscana), finalista al Festival sulla Resistenza 2014 (Gattatico) e finalista al playFestival 2.0 (Atir Teatro Ringhiera) – parlerà del disagio delle nuove generazioni, la mancanza di prospettive e l’insopprimibile voglia di progettare, nonostante il precariato renda impossibile pensare a un futuro o una relazione. In un clima surreale, due ragazzi si incrociano proprio nel momento in cui decidono di farla finita, tutto viene rimesso in discussione: l’incontro con l’altro apre la possibilità di cambiare sguardo sulla disperante realtà. Tema Cultura Festival non è solo grande spettacolo, ma un’iniziativa di alto respiro culturale rivolta anche a bambini e ragazzi. Con la direzione artistica di Giovanna Cordova e la struttura organizzativa di Tema Cultura, il 28 luglio dalle 10 alle 18 i più piccoli potranno partecipare all’ultimo appuntamento con i nuovi workshop: laboratori di teatro, arti grafiche, espressività corporea e vocale, corsi di pittura e lettura espressiva. Tema Cultura Festival è una delle iniziative della rassegna Metropolis promossa dal Comune di Mogliano Veneto. Per info e prenotazioni: www.temacultura.it Tel.3462201356 temaculturafestival@gmail.com

Torna su
TrevisoToday è in caricamento