Fausto Nazer e le "Piogge urbane"

L’artista piemontese Fausto Nazer propone all’attento pubblico di Casa dei Carraresi, Treviso, una ventina circa di opere figurative per delineare frammenti complessi di una società inquieta che, nella ricerca interiore divisa tra positività e negatività, insegue comprensione, tolleranza e solidarietà. La personale “Piogge Urbane”, all’interno della Sala Architettura del piano nobile, è il concept che il critico e curatore d’arte dr Alain Chivilò ha posto come filo conduttore all’iter pittorico di Nazer.

I visitatori potranno così ammirare una ricerca che trae spunto dalla realtà metropolitana, all’interno della quale le immagini assumono significati atti a evidenziare una quotidianità determinata dalle persone, veri soggetti principali. La loro indagine, per opera dell’artista, approfondisce valenze sociali e psicologiche all’interno di un contesto atmosferico piovoso. La donna e l’uomo delineati impersonalmente, in quanto non riconoscibili visivamente, sono dipinti nella tela in solitudine o in gruppo come possibili vessilli esposti alle intemperie.
Le vie di comunicazione descrivono liricamente quei paesaggi urbani nei quali le persone transitano in un contesto di pioggia: riparate da un ombrello e da un abbigliamento efficace lungo una via o un passaggio pedonale, staticamente o in movimento, vengono bloccate e ritratte dal maestro in una sequenza di vita quotidiana. Tale rappresentazione prende efficacia mediante una metodologia tipica della fotografia che permette di scattare, in questo caso con i colori a olio, attimi di vita.

Dietro a un ipotetico vetro di un’automobile o di una vetrina, sempre bagnato e intriso da gocce d’acqua piovana, il pittore di Venasca si cela per carpire l’intimità individuale, offrendo una visuale prospettica distaccata.

Fausto Nazer Piogge Urbane

a cura di Alain Chivilò

14 – 28/11/2018

Casa dei Carraresi. Sala Architettura, primo piano

Ingresso gratuito (indicare alla biglietteria: visita alla sola mostra “Fausto Nazer Piogge Urbane”).

Indirizzo: Via Palestro 33/35, Treviso

Orari:
Dal martedì al venerdì: 9-18
Sabato, domenica, festivi: 10-20
Lunedì aperto solo con prenotazione gruppo per mostre Da Tiziano a Van Dyck e Eliott Erwitt. Telefonare per informazioni allo 0422/513150.

Biglietto unico per mostra “Fausto Nazer Piogge Urbane” e “Da Tiziano a Van Dyck. Il volto del ‘500”:
intero: € 12,00
ridotto: € 10,00 (studenti under 26, enti convenzionati)
ridotto speciale: € 8,00 (dai 6 ai 18 anni)
ridotto gruppi: € 10,00 (min. 10 persone)
biglietto famiglia: € 8,00 cad. (min. 2 adulti e 1 minorenne)
gratuito: under 6, giornalisti (previo accredito presso ufficio stampa) e guide turistiche con tesserino, disabili non autosufficienti con accompagnatore.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • “Per non dimenticare”: ecco la mostra con scritti e oggetti di ex internati

    • Gratis
    • dal 13 aprile 2019 al 27 gennaio 2020
    • Museo degli Alpini
  • Visita in cantina - wine tour & tasting

    • dal 1 aprile al 31 dicembre 2019
    • Canevel Spumanti S.p.a.
  • Cenone di Capodanno al ristorante Al Catello di Conegliano

    • 31 dicembre 2019
    • Ristorante al Castello di Conegliano
  • L'Industrial Art sbarca nella Marca con Salvatore Indriolo e Debora Fior

    • dal 14 settembre 2019 al 12 gennaio 2020
    • Museo Casa Gaia da Camino (2° piano)
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    TrevisoToday è in caricamento