Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: in città torna l'attesissima "Treviso Fior di Città"

Una città fiorita aspetta i trevigiani in questo primo weekend d'aprile! Ma non dimenticate la "Fiera della birra artigianale" a Santa Lucia di Piave, "Assaporando Cison" e le diverse mostre del Prosecco sui colli della Marca!

Foto di Luciano Bragaggia

MANIFESTAZIONE In questa sezione apriamo con l'ltimo weekend per partecipare alla sesta edizione di "Assaporando Cison", un percorso tra gusto e alta cucina, che vedrà la partecipazione di sessanta espositori in stand gastronomici, dislocati tra piazza Roma e le tenute dei Conti Brandolini d’Adda, che per la prima volta apriranno le loro cucine per dare vita a due eventi imperdibili. Attesisisma è però anche "Fiera della birra artigianale" a Santa Lucia di Piave, ormai alla sua sesta edizione. La prima novità di rilievo è la possibilità di visitare alcuni dei birrifici partecipanti, oltre ad esserci anche nuovi nomi di spiccoper quanto riguarda gli incontri de “Le domeniche homebrewer”. I veri protagonisti rimangono comunque i birrifici. Anche la sezione gastronomia, con specialità da tutto il BelPaese, vedrà – oltre a piatti sempre apprezzati come la fiorentina, lo gnocco fritto, il frico e le focacce pugliesi – novità come la paella, il caciocavallo fuso, il pan di cappa ungherese e la nuova caffetteria e pasticceria Caffè Bleu...senza contare anche le mostre a tema! Se rimanete in centro storico, però, non potete mancare a "Treviso Fior di Città 2017": torna infatti lo spettacolo della primavera. Due giorni di festa, profumi e colori che avranno come protagonisti i fiori, il tutto tra decine e decine di eventi per tutti i gusti e le età! Particolare poi, in quest'occasione, sarà il tradizionale spillamento di vino da "La fontana delle tette", un evento a cavallo tra la rievocazione storica e la goliardia. Se invece amate il vino, tre sono gli appuntamenti da non perdere sulle colline trevigiane, ossia: la "61^ Mostra del Valdobbiadene DOCG" a Farra di Soligo, la "38^ Mostra del Valdobbiadene DOCG Rive di Colbertaldo e Vidor" e poi anche la "48^ Mostra Cartizze e Valdobbiadene DOCG"! Infine, a tema mercatino, è "Passi interconnessi" esposizione di mestieri d'arte alla Torre dell'Orologio di Vittorio Veneto per l'undicesima edizione di "Le Giornate Europee dei Mestieri d’Arte“.

CONCERTI & TEATRO Per quanto riguarda i concerti, venerdì sera a Treviso arriva la visual music con la tournèe di "Miti&Leggende", un vero e proprio show multimediale in cui i brani inediti, scritti ed arrangiati da Paolo Pesce - compositore veneziano - si ispirano a miti e leggende del passato e vengono supportati da strumentazioni d’avanguardia; spaziano dal genere classico al rock, dal pop alla world music, sono strumentali e cantanti ed interpretati con costumi scenici, giochi di luce ed immagini proiettate su maxi schermo per creare uno spettacolo suggestivo. Inoltre, sempre venerdì, potrete anche trovare le sonorità rock di The Fence a Castelfranco Veneto e l'inizio di "Serate d'incanto" a Conegliano con gli allievi dell'Istituto Michelangeli. L'appuntamento però più atteso è probabilmente sabato sera con i Rumatera al New Age Club o con Giorgio Barbarotta al BHR Hotel a Quinto (per il Festival Scalzo "Fantarealismo"), mentre al Corner Live di Mareno ci sarà il soul e blues di Sara Zaccarelli. Domenica poi ultimo appuntamento con la rassegna "Pagine d'organo 2017" con il recital di Valentin Fheodoroff presso la chiesa di San Giuseppe a Treviso e con i "Concerti Matinée" a Conegliano. Infine, per qualcosa di veramente diverso dal solito, vi proponiamo "[ I ] The Experience“ in Ca' dei Ricchi a Treviso: cinque performers, quattro musicisti e una cantante, eseguiranno live una sinfonia rock, che si ascolterà esclusivamente in cuffia con modalità binaurale. All’interno della cuffia c’è [ I ], fuori il silenzio. Dentro la cuffia il suono, fuori immagini e parole.

Per quanto riguarda il teatro, invece, segnaliamo sabato sera "Bloody Mary, l'inganno" a Villa Pisani di Montebelluna e, per tutto il weekend al Teatro Comunale di Treviso, "W Momix Forever" in balletto, oltre all'ultimo appuntamento con la Rassegna Centorizzonti, ossia "Hamlectomìa" con Alessio Nardin a Villa Benzi di Caerano. Domenica invece l'appuntamento è con l'opera in tre atti "Dido+Aeneas" di Henry Purcell a Castelbrando!

INCONTRI, CORSI, CIBO & VINO Apriamo subito con una carrellata di eventi per tutti i gusti: primo appuntamento da non perdere è venerdì sera con "Botanic Spring Cocktail Party Kiwiny", poi abbiamo il "Master di canto lirico" a Conegliano con il soprano Francesca Scaini e anche la presentazione del libro "Paper Visions" da parte di Elena Borghi alla Libreria Lovat di Villorba con moderazione del giornalista Brando Fioravanzi. Sabato invece "Venite a raccogliere l'insalata" al Molinetto della Croda e "Treviso street workout", un circuito (base walking e 3 postazioni per esercizi di tonificazione con la musica in cuffia) che è molto di più di una sessione di allenamento, è un'emozione e le emozioni si vivono, non si raccontano. Se però volete qualcosa di veramente diverso, allora fa per voi "Escape Room - La Cripta" a Crocetta del Montello, un evento temporaneo di un solo mese! Se non vi basta, ecco allo anche: "Assemblea dei Testimoni di Geova" a Treviso, il "Corso base Psych-k®“ a Silea, il laboratorio esperienziale sul dono dell'amore "Qualcuno ci ama" a Montebelluna e poi la conferenza a Villorba dal titolo "I fattori di rischio cardiovascolare: il colesterolo, la glicemia, il peso e tanto altro", senza infine dimenticare il "Caffè filosofico con Luisa Corna e Diego Basso" a Treviso e "Una notte al museo" al Parco degli Alberi Parlanti

MOSTRE Apriamo questa sezione con, a Ca' dei Carraresi, la mostra "Francis Bacon. Un viaggio nei mille volti dell'uomo moderno". L'esposizione cercherà di focalizzarsi soprattutto sulla produzione italiana delle sue opere, in quanto rappresentazione della “maledizione del corpo e dell’anima” che attanagliò l’individuo moderno, interpretabile alla luce della psicanalisi, della filosofia e della psicologia. L’esposizione, organizzata da Kornice, offrirà l’incredibile opportunità di “entrare nella mente” dell’artista, di comprenderne i dubbi, le angosce e le ragioni che lo spinsero a scegliere i suoi soggetti, attraverso l’analisi della Francis Bacon Collection of the Drawings Donated to Cristiano Lovatelli Ravarino, delineata all’interno di relazioni e vita privata che si intrecciano nella storia. Non è tutto però, perchè qui potrete trovare anche la mostra "Giappone fiorito": la mostra racconta la vita e la natura del Giappone antico attraverso le opere dei grandi artisti del XIX secolo: Hokusai e Hiroshige. Un’ampia selezione di Ukiyo-e accoglierà i visitatori con immagini del Monte Fuji, di Edo (l’odierna Tokyo), di Kyoto ed in genere della natura del Sol Levante. Il periodo dell’anno scelto per l’esposizione è l’Hanani, ovvero il momento in cui fioriscono i fiori di ciliegio conferendo al Giappone un aspetto di incantevole bellezza. Fiori e piante saranno i protagonisti di un vasto allestimento variopinto ed analizzati nelle loro simbologie.

Continua poi anche "Storie dell'Impressionismo" organizzata da Linea d'ombra di Marco Goldin al Museo di Santa Caterina. Un'esposizione di opere d'arte di Gauguin, Renoir, Van Gogh e Monet...oltre ad altri e numerosi artisti internazionali, anche "moderni", per ricostruire non una sola storia, ma le molte storie dell’Impressionismo. Tutto ciò che si raccoglie nei temi del ritratto, della natura morta e ovviamente del nuovo paesaggio dipinto. Perché il pubblico, più di sempre, si possa emozionare davanti a tanta bellezza. Questa mostra non racconta solo, canonicamente, quel mezzo secolo che va dalla metà dell’Ottocento fino ai primissimi anni del Novecento. Ma anche quanto la pittura in Francia aveva prodotto, con l’avvento di Ingres a inizio Ottocento, nell’ambito di un classicismo che sfocerà, certamente con minore tensione creativa, nelle prove, per lo più accademiche, degli artisti del Salon.

Dopodichè vi consigliamo anche "Bellini e i Belliniani" al Palazzo Sarcinelli di Conegliano: la mostra prosegue le esplorazioni sulle trasformazioni dei linguaggi della pittura veneziana e veneta negli anni magici tra Quattro e Cinquecento. L'esposizione è, dunque, un’occasione per interrogarsi sull’eredità belliniana, ricostruendo con originalità una rete di rapporti e connessioni, mettendo in luce il raffronto possibile tra storie e opere, protagonisti e comprimari su palcoscenici diversi e alternativi e tuttavia legati da analogie e contiguità logiche e strutturali. Ancora poco convinti? Allora vi proponiamo anche la mostra "Paolo Pavan" in Piazzetta Torre per "Mecenate Tea Lounge", "From object to exposure" da TRA - Treviso Ricerca Arte, sempre a Treviso, "Il corpo della pittura" di Claudio Massini a Ca' da Noal e "Io sono il fiume" di Carlos Coccia al ristorante Basilico 13 in Piazza San Vito, o anche "Eclettico. Dalla murrina storica l'opera di Antonio dei Rossi" a Palazzo Todesco di Vittorio Veneto e "Confusione sublime - Trip tra artemarcia e follia inconscia" con Van Stock a Treviso.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: tre giorni di feste e divertimento

  • Camper sbanda e distrugge una balaustra del ponte di Vidor: gravi disagi al traffico

  • Autotreno pieno di ghiaia si ribalta in strada: traffico in tilt

  • Schianto contro un'auto, grave motociclista 46enne

  • Come pulire la lavatrice: consigli per farla tornare come nuova

  • Furti da Coin ed H&M, due denunciati dalla polizia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento