Allarme smog, CNA: «Bene la riconferma del bonus caldaie da parte del Comune di Treviso»

«In provincia di Treviso ci sono 300 mila impianti di riscaldamento, di cui 100 mila vecchi e inquinanti» spiega Giuliano Rosolen, direttore di CNA territoriale di Treviso

«La CNA accoglie con soddisfazione l’annuncio dell’assessore Manera di confermare anche per il 2020 il bonus caldaie per sostenere i cittadini nell’investimento di rottamazione delle vecchie caldaie inquinanti». Lo afferma la CNA territoriale di Treviso che ritiene la sostituzione del parco caldaie più vetusto strategico per combattere l’emergenza inquinamento, ai massimi livelli di allerta. «In provincia di Treviso ci sono 300 mila impianti di riscaldamento, di cui 100 mila vecchi e inquinanti – spiega Giuliano Rosolen, direttore di CNA territoriale di Treviso - Più rapido sarà il processo di sostituzione e più la qualità dell’aria ne beneficerà e così la salute di tutti». La CNA fa un appello a tutti i Comuni trevigiani – almeno quelli di maggiori dimensioni – affinché adottino anch’essi il bonus caldaie. Assieme agli incentivi statali, possono costituire un ottimo strumento di lotta all’inquinamento, oltre che sostenere la domanda interna e l’economia green.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus nella Marca: ecco la mappa del contagio comune per comune

  • Famiglia Zoppas in lutto: morto a soli 55 anni il noto manager Marco Colognese

  • Coronavirus: ancora in aumento il numero dei contagi nella Marca

  • «Prima smaltite ferie e permessi». Negata la cassa integrazione al Solnidò di Villorba

  • Coronavirus, oltre 10mila contagi in Veneto: cinque morti nella Marca

  • Macabro ritrovamento in serata: scoperto un cadavere vicino al Melma

Torna su
TrevisoToday è in caricamento