Auto elettriche, Motta di Livenza inaugura una nuova colonnina per la ricarica

Si rafforza il patto tra il Comune trevigiano e Ascotrade per una viabilità sempre più ecosostenibile. Sale a tre il numero di colonnine presenti in paese. Presto ne arriveranno altre due

In foto, da sinistra, il sindaco Alessandro Righi e e il presidente Ascotrade, Stefano Busolin

Anche Motta di Livenza suggella il patto tra aziende del territorio e Pubbliche Amministrazioni a favore della mobilità green. Da oggi, infatti, saranno a disposizione dei mottensi alcune nuove strutture di ricarica per auto elettriche facenti parte del progetto “Aria Pulita” di Ascotrade.

Questa mattina, alla presenza del sindaco Alessandro Righi e del presidente Ascotrade Stefano Busolin, è stata inaugurata la colonnina di via Cattaneo. Due nuove strutture sono già installate in via Milano (nel parcheggio del supermercato Eurospar) e prossimamente ne verranno aggiunte altre due anche in piazzale della stazione. Le nuove colonnine di ricarica rappresentano un altro fondamentale tassello del progetto “Aria Pulita” promosso da Ascotrade. Un’iniziativa nata dalla volontà dell'azienda di luce e gas di Pieve di Soligo e realizzata in collaborazione con BeCharge, che prevede lo sviluppo, su tutto il territorio regionale, della rete infrastrutturale per la mobilità elettrica con energia prodotta al 100% da fonti rinnovabili. “Aria Pulita” rende concreta la collaborazione tra pubblica amministrazione e aziende private permettendo così alla provincia di Treviso di essere al passo con le città più evolute in tema di mobilità sostenibile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Con questo progetto – spiega il sindaco Righi – Motta di Livenza continua il suo cammino verso il futuro: un servizio innovativo che guarda allo sviluppo della nostra società fornendo le basi per un passo importante verso una mobilità sostenibile nel pieno rispetto dell'ambiente che ci circonda. Siamo fermamente convinti che come pubblica amministrazione abbiamo il compito di dare l'esempio e di fornire i giusti strumenti per lo sviluppo del nostro territorio». «Ringrazio il sindaco Righi per l'attenzione che ha dimostrato verso il nostro progetto - ha proseguito Stefano Busolin, presidente Ascotrade – consentendoci di finalizzare in tempi rapidi l'installazione e la messa in opera delle nuove stazioni per auto elettriche. Motta di Livenza, per la sua posizione al confine tra le provincie di Treviso, Venezia e Pordenone, è una realtà decisamente strategica all'interno del progetto “Aria Pulita”. Queste nuove stazioni di ricarica, infatti, vanno ad aggiungersi alle quasi 200 previste da Ascotrade in Veneto, guardando al Friuli Venezia Giulia. Un progetto con il quale desideriamo colmare, in parte, quel gap infrastrutturale che in Italia limita l'acquisto di veicoli elettrici ma che può diventare un argomento importante in chiave di attrazione turistica. Solo dotando il nostro territorio di infrastrutture dedicate alla mobilità elettrica, infatti, possiamo diventare una meta davvero ambita dal turismo sostenibile valorizzando al contempo il nostro territorio che, possiamo dirlo con orgoglio, è davvero unico». Dotare il territorio di infrastrutture dedicate alla mobilità green consente dunque di agevolare non solo i cittadini, ma anche l'arrivo di turisti stranieri che già hanno fatto questa scelta di vita. Una opportunità che, a quanto pare, le Amministrazioni e le aziende venete non intendono lasciarsi sfuggire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vasto incendio da "Vaka Mora": a fuoco 500 balle di fieno

  • Laurea in Medicina a Treviso: Governo impugna la legge del Veneto

  • Malattia fulminante spegne la vita della piccola Nicole a soli 12 anni

  • Scompare all'improvviso da casa, il biglietto ai genitori: «Non venitemi a cercare»

  • Apre a Oderzo il Würth Store, negozio con oltre 5 mila prodotti professionali

  • Runner scivola e precipita nel vuoto: muore 37enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento