Consorzio di Bonifica Piave: 40 mezzi al lavoro per la manutenzione dei canali

Questa attività permette di mantenere in efficienza circa 1620 km di canali di competenza e 12 casse di laminazione fondamentali per la sicurezza idraulica

Un’attività fondamentale svolta dal Consorziodi Bonifica Piave è la fresatura delle erbe presenti sulle sponde e sul fondo dei canali consorziali, ciò permette di mantenere in efficienza circa 1620 km di canali di competenza e 12 casse di laminazione fondamentali per la sicurezza idraulica.

L’attività è in pieno svolgimento dopo un periodo di continue piogge che ne ha ritardato l’avvio: si vedono mezzi e personale del Consorzio praticamente in tutti i comuni del comprensorio, da Oderzo a Montebelluna, da Castello di Godego a Gaiarine e ancora Vedelago, Cordignano, Salgareda, Gorgo al Monticano, Maser, Orsago, Asolo, Altivole.

Per completare l’attività di fresatura della fitta rete di canali consorziali, il Consorzio si avvale di 17 ditte esterne che attualmente sono operative sulla rete idraulica con 38 trattori per fresatura erbe di sponda e 2 per fresatura alghe sul fondo. Finora mediamente è già stato fresato oltre il 40% dei canali.

Potrebbe interessarti

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Pioggia, vento e grandine: la Marca ancora nella morsa del maltempo

  • Lutto tra le colline del prosecco, addio a Fabio Ceschin

  • Sorgenti del Piave, la commissione di esperti conferma: «Sono in Veneto»

I più letti della settimana

  • Tragico frontale a Borgoricco, morto un prete di 82 anni

  • Centauro 21enne si schianta contro un'auto: è grave all'ospedale

  • Preso a bastonate e soffocato con un cuscino: arrestate per omicidio

  • Si schianta contro un'auto con la Vespa, muore 45enne

  • Malore fatale nella notte, muore una 45enne

  • Segrega in casa e picchia la moglie e la figlia di 14 anni: arrestato 50enne padre-padrone

Torna su
TrevisoToday è in caricamento