A Treviso il convegno internazionale dedicato alla raccolta dei rifiuti promossa da Contarina

Aziende ed esperti del settore sono arrivati da tutta Europa a Treviso per studiare il Modello Contarina. Il convegno è stato incentrato sulla migliore pratica per la raccolta dei rifiuti

TREVISO Giovedì 22 marzo si è tenuto il convegno “Esiste una Best Practice per la raccolta dei rifiuti? Come adattare le migliori pratiche per la raccolta dei rifiuti ai vincoli locali”, che ha visto la partecipazione di tecnici, esperti ed aziende del settore provenienti da tutta Europa che hanno discusso su raccolta differenziata e gestione dei rifiuti applicati nei rispettivi territori, con l’obiettivo di individuare delle buone pratiche che possono essere valide in tutti i diversi contesti.

Due le aziende italiane selezionate, la trevigiana Contarina e Amiu Genova, che hanno raccontato la loro esperienza e si sono confrontate con i colleghi di tutta Europa: Oslo, Amsterdam, Varsavia, Porto, Anversa, l’Agència de Residus de Catalunya in Spagna e il Southern Region Waste Management Office che gestisce i rifiuti in tutto il sud dell’Irlanda. Il presidente di Contarina spa, Franco Zanata, che ha aperto il convegno, ha espresso la sua soddisfazione: “Siamo molto orgogliosi di ospitare proprio a Treviso aziende da tutta Europa, radunate qui per mettere a confronto le varie esperienze e i diversi sistemi messi in atto per la raccolta dei rifiuti. Crediamo che lo scambio di informazioni e idee favorisca la diffusione delle buone pratiche che vanno diffuse il più possibile, perché la tutela dell’ambiente è un obiettivo che ci accomuna tutti.”

L’appuntamento conclude il primo meeting del progetto europeo Collectors, ospitato in questi giorni nella sede di Contarina e finanziato dall’UE a cui partecipano università, istituti di ricerca, enti e associazioni di Olanda, Belgio, Finlandia e Germania. Il progetto europeo si concentra sulle buone pratiche per la raccolta e lo smistamento di tre categorie di rifiuti: imballaggi e rifiuti in carta, RAEE, rifiuti da costruzione e demolizione, e ha l'obiettivo di aumentare la raccolta di queste tipologie di rifiuti, prendendo ad esempio realtà di successo che raggiungono risultati elevati in termini di raccolta e affrontano efficacemente i vincoli locali, come: alta densità di popolazione, elevate presenza turistiche o lontananza dagli impianti o centri di trattamento.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    L'ultimo blitz del piromane prima dell'arresto: "Si sentiva invincibile"

  • Attualità

    Lavori lungo la ferrovia: il Comune toglie i limiti acustici, disagi in arrivo per i residenti

  • Cronaca

    Aereo di linea perde i contatti, decollano due caccia dalla base di Istrana

  • Attualità

    Terreno vitato: venduta alla cifra record di 370 mila euro l’uva prodotta

I più letti della settimana

  • Elicottero precipita al suolo: muore 41enne

  • Tragico schianto nella notte, auto contro un muro: muore un 19enne

  • Prima scrive un biglietto alla famiglia, poi si suicida in casa: a trovare il corpo la figlia

  • Suoni di Marca, ecco tutto il programma della 28ima edizione

  • Eredita l'azienda dal padre ma in pochi mesi è sfrattato: suicida un imprenditore 24enne

  • La furia del maltempo colpisce ancora: alberi sradicati e allagamenti nella Marca

Torna su
TrevisoToday è in caricamento