Contarina compie 30 anni, il Governatore Zaia: «L'ambiente va sempre tutelato»

Sindaci, amministratori e Istituzioni del territorio si sono ritrovati per ripercorrere la strada fatta e condividere i prossimi obiettivi nel campo della tutela dell’ambiente

Baldin con Zaia

Si è tenuto venerdì sera, presso la barchessa di Villa Giovannina a Villorba, l’incontro dedicato ai 30 anni di attività di Contarina, nata nel 1989 per gestire i rifiuti nel territorio trevigiano. L’evento, a cui hanno partecipato sindaci, amministratori e Istituzioni locali, è stato l’occasione per ripercorrere le tappe principali che hanno portato Contarina a diventare esempio nazionale ed internazionale nella gestione virtuosa dei rifiuti. Tante le persone che hanno portato la loro diretta testimonianza: in primis il Governatore Luca Zaia, il presidente della Provincia Stefano Marcon, i sindaci dei Comuni serviti e gli amministratori della società.

Prezioso anche il contributo da parte dei fondatori dell’azienda: il primo presidente del Consorzio Priula, Giuseppe Fava, firmatario dell’atto costituivo dell’azienda, e l’ing. Massimo Mario, primo presidente di Contarina, che hanno raccontato la nascita della società, l’atmosfera presente nel nostro territorio alla fine degli anni Ottanta e gli obiettivi fissati per far sì che Contarina potesse crescere fino a   rappresentare l’azienda di servizi ambientali del territorio, riconosciuta non solo a livello locale ma anche nazionale. Contarina, infatti, nasce nel 1989, per progettare e gestire servizi ambientali. Le quote pubbliche appartengono ai 5 Comuni della provincia di Treviso che, per affrontare in modo sostenibile la gestione dei rifiuti, due anni prima costituiscono il Consorzio Priula: Arcade, Giavera del Montello, Nervesa della Battaglia, Spresiano e Susegana. Nel tempo, l’azienda ha ampliato le sue prospettive si ampliano, comprendendo la gestione dell’intero ciclo dei rifiuti, ma anche altri servizi come: lo spazzamento stradale, la gestione del verde pubblico, i servizi cimiteriali, la videosorveglianza e altri servizi rivolti a cittadini e Comuni.

Oggi Contarina offre servizi ambientali a 555mila cittadini in un territorio di oltre 1.300 chilometri quadrati, rappresentato da 49 Amministrazioni Comunali associate al Consiglio di Bacino Priula. Oltre 750 dipendenti, un parco mezzi che supera le 500 unità e un fatturato 2018 pari a 83,8 milioni di euro: questi i numeri di un’azienda che continua a crescere e investire nella sostenibilità a tutela del territorio. «Il 2019 è l’anno che segna i 30 anni di attività di Contarina. Un percorso che si è svolto al fianco di amministratori, cittadini e aziende attuando vere politiche di sostenibilità legate alla valorizzazione dei materiali, allo sviluppo impiantistico e alla mobilità sostenibile. Queste scelte hanno portato alla creazione di un sistema che genera un impatto positivo sul territorio e dimostra l’importanza di investire in modelli di gestione dei rifiuti sempre più innovativi. Tutto questo è stato possibile grazie al contributo di tante persone. Ringrazio in particolare gli amministratori per la lungimiranza e la fiducia accordataci in questi anni e i cittadini per la responsabilità e la fondamentale e attiva partecipazione» dichiara soddisfatto Sergio Baldin, Presidente di Contarina.

«Credo di interpretare il pensiero di tutti i 49 Comuni che costituiscono oggi il Bacino Priula nell’esprimere la soddisfazione e l’orgoglio di poter contare su una azienda come Contarina Spa per un servizio particolare e rilevante, sotto l’aspetto ambientale, come quello della gestione dei rifiuti urbani. La ricorrenza di oggi merita certamente una riflessione non solo sui risultati raggiunti finora ma, soprattutto, sugli obiettivi futuri che i Sindaci e i cittadini dei nostri comuni vorranno ulteriormente raggiungere. Determinante sarà ancora la condivisione degli obiettivi tra Autorità d’ambito e Società di gestione, proseguendo con la stessa convinzione e determinazione che ha distinto quelle persone, che trent’anni fa hanno fatto iniziare a Contarina la sua meravigliosa avventura» ha aggiunto il Presidente del Consiglio di Bacino Priula, Giuliano Pavanetto.

Queste invece le parole del Goevrnatore del Veneto, Luca Zaia: «Contarina si trova da anni ai vertici europei in termini di raccolta differenziata e - assieme al Consiglio Priula - rappresenta un esempio di realtà pubblica all'avanguardia nella tutela dell'ambiente. A Treviso la raccolta differenziata spinta ha superato ll’85% su tutti i 49 comuni. Contarina ha costruito vari impianti per il trattamento del rifiuto non riciclabile, una struttura per la selezione del multimateriale e un impianto di compostaggio. A Spresiano gestisce il primo impianto sperimentale per il riciclo dei pannolini. L’ambiente si tutela prima di tutto con abitudini che lo rispettano, come la raccolta differenziata spinta dei rifiuti e la cura del territorio!».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Uccisa a Capo Verde: sui social una raccolta fondi per aiutare i figli

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

  • Suicidio sui binari a San Fior, Venezia-Udine bloccata per tre ore

Torna su
TrevisoToday è in caricamento