Comitato di sorveglianza Por-Fesr: Sernaglia e l'esempio del centro polifunzionale di Fontigo

Il Comune ha illustrato ai presenti il lavoro svolto grazie a un investimento di oltre 1,1 milioni di euro e le motivazioni che lo hanno accompagnato

L'Amministrazione comunale di Sernaglia della Battaglia è stata invitata dal Comitato di sorveglianza del progetto Por Fesr Regione Veneto 2014-2020 giovedì scorso a Mestre per illustrare i lavori che hanno reso più efficiente sotto l'aspetto energetico il centro polifunzionale di Fontigo, inaugurato lo scorso 9 dicembre. L'intervento del Comune di Sernaglia, insieme a quelli di due aziende venete, è stato portato ad esempio di interventi significativi concretizzati nell'ambito del Por Fesr. Sono stati ospiti del Comitato di sorveglianza il sindaco Mirco Villanova, la responsabile del procedimento Maria Contessotto, responsabile dell'ufficio Lavori pubblici del municipio, e il progettista ingegner Fabio Vergani, che con l'aiuto di alcune slide ha illustrato ai presenti il lavoro svolto grazie a un investimento di oltre 1,1 milioni di euro e le motivazioni che lo hanno accompagnato: “L'intervento è stato realizzato tra il 2017 e il 2018 con fondi propri del Comune e del Por Fesr 2014-2020.  L'edificio è costituito da due corpi di fabbrica collegati tra di loro (sud e nord). Quello interessato dall'efficientamento energetico è stato il nord, che ospita la palestra, gli spogliatoi e gli spazi destinati alle associazioni. Gli interventi principali sono stati l'isolamento termico di superfici opache e la sostituzione di chiusure trasparenti, degli impianti di climatizzazione e dei sistemi di illuminazione”.

A proposito di questi ultimi, le vecchie luci a neon sono state sostituite dalla tecnologia led, con migliori prestazioni in termini di indice di resa cromatica ed efficienza luminosa e una potenza installata nettamente inferiore a quella precedente. Un ulteriore risultato raggiunto a seguito delle opere di efficientamento riguarda l'impianto fotovoltaico, presente da una decina d'anni sull'edificio adiacente alla palestra con una potenza di circa 18 kw. Il passaggio dell'alimentazione dell'impianto di riscaldamento dal gas alla corrente elettrica ha permesso di sfruttare al meglio il fotovoltaico privilegiando l'autoconsumo anziché l'immissione nella rete della corrente prodotta.

Potrebbe interessarti

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Pioggia, vento e grandine: la Marca ancora nella morsa del maltempo

  • Lutto tra le colline del prosecco, addio a Fabio Ceschin

  • Sorgenti del Piave, la commissione di esperti conferma: «Sono in Veneto»

I più letti della settimana

  • Tragico frontale a Borgoricco, morto un prete di 82 anni

  • Preso a bastonate e soffocato con un cuscino: arrestate per omicidio

  • Si schianta contro un'auto con la Vespa, muore 45enne

  • Malore fatale nella notte, muore una 45enne

  • Malore fatale mentre fa jogging, stroncato da un infarto a 71 anni

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento