Settimana europea dell’energia: Treviso chiama a raccolta gli amministratori locali

Il prossimo appuntamento rivolto non solo agli amministratori ma anche alle categorie economiche e alle aziende della strada Ovest si terrà venerdì 23 giugno alle ore 9.00 sempre presso il Museo Bailo

TREVISO Settimana europea dell’energia il Comune di Treviso chiama a raccolta i sindaci del territorio. Questa mattina nella sala conferenze del Museo Bailo si è tenuto l'incontro con il quale l'amministrazione ha voluto riaccendere i riflettori sul ruolo dell'agglomerato urbano istituto dalla Regione per affrontare le questioni ambientali.  “Le tematiche ambientali non si affrontano solo all’interno dei confini comunali – ha detto il sindaco di Treviso Giovanni Manildo presente questa mattina - L'agglomerato urbano esiste e dobbiamo farlo funzionare. In potenza si parla di 260 mila abitanti. L'unione può essere necessaria per avviare delle politiche davvero efficaci e attrarre importanti risorse economiche.  Ringrazio l’assessore all’ambiente Luciano Franchin per aver organizzato questo incontro. Uniti i comuni possono fare molto”. 

Sulla necessità di azioni condivise è intervenuto anche l’assessore ai beni ambientali del Comune di Treviso Luciano Franchin che ha ribadito con forza la necessità di far funzionare l’agglomerato urbano: “Credo che questa unione di comuni debba essere messa nelle condizioni di funzionare, tanto più quando questi ultimi sono chiamati ad emettere delle ordinanze con la finalità di abbassare i livelli di inquinamento. Per non vanificare gli sforzi delle amministrazioni, e soprattutto dei cittadini, serve pensare a delle misure da adottare in forma omogenea e non a macchia di leopardo, come accade oggi. Se non sarà così allora bisognerà ripensare alla funzione dell’agglomerato urbano: di conseguenza le competenze in materia ambientale potrebbero tornare nelle mani di Provincia e Regione. Il problema dell'inquinamento infatti non si limita ai soli confini comunali, ma va gestito in maniera unitaria nell’ambito di un territorio ampio”.   

unnamed-2-3-40

Il prossimo appuntamento rivolto non solo agli amministratori ma anche alle categorie economiche e alle aziende della strada Ovest si terrà venerdì 23 giugno alle ore 9.00 sempre presso il Museo Bailo. Nell'incontro si parlerà del progetto ‘Remedio’, finanziato dalla Comunità europea per incentivare la nascita e lo sviluppo di una nuova governance delle strade più congestionate, da cui è nato il concept I love strada Ovest in classe A. L'idea progettuale mira a promuovere la nascita di un condominio orizzontale lungo 5 km con un suo logo identificativo. L'iniziativa è finalizzata a generare un senso di appartenenza e miglioramento dell'immagine delle attività residenti e a innescare un processo di Energy Management e di sviluppo economico dell'intero asse.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la Ferrari del papà il figlio di mister Nice

  • Camionista trovato morto nel parcheggio del centro commerciale Arsenale

  • Lutto nel mondo del Prosecco: Orfeo Varaschin muore a 50 anni

  • Autotreno pieno di ghiaia si ribalta in strada: traffico in tilt

  • Camper sbanda e distrugge una balaustra del ponte di Vidor: gravi disagi al traffico

  • Pullman per la gita scolastica non a norma: sequestrati dalla polizia stradale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento