Gelate notturne, milioni di danni alla frutta

Nelle ultime notti Marca con temperature sotto lo zero. Preoccupazione per il raccolto di susine, albicocche e pesche mentre sarebbero almeno per ora limitati i danni alle vigne

Le gelate notturne mettono in pericolo il raccolto di frutta

Ai danni causati al settore dal blocco economico provocato dall'emergenza Corona virus ora per l'agricoltura della Marca si aggiunge  l’incubo delle gelate fuori stagione, che potrebbero causare danni gravissimi soprattutto alle colture di  frutta e ortaggi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il freddo calato in pianura a partire dalla notte di lunedì' avrebbe per ora risparmiato i vigneti, su cui  l’impatto della picchiata della colonnina di mercurio sarebbe stato molto limitato ed estremamente circoscritto grazie ad una ripresa vegetativa ancora parziale specie nelle aree più a rischio. Il problema invece riguarda la frutta precoce (susine, albicocche e pesche) e le colture precocissime che si trovavano in una fase di massima sensibilità ai bruschi cali di temperatura dato che sono in  fioritura avanzata o  allegagione già completata, cioè in formazione del piccolo frutto in seguito all’avvenuta fecondazione del fiore. Il danno in questo caso riguarderebbe il 100% delle piante.  A fornire questi dati è stata oggi Condifesa Tvb , il cui presidente Valerio Nadal sottolinea come « le temperature che abbiamo registrato nelle  provincie di Treviso e Vicenza si sono portate per alcune ore fino a -3 gradi, fortemente pericolosa perchè giunta dopo molti giorni abbondantemente sopra le medie del periodo. Ora qualche preoccupazione rimane per le prossime ore a causa del  vento forte che ha fatto registrare folate oltre i 50 km/h, rendendo complicato se non impossibile il lavoro degli insetti impollinatori ». Il presidente del Condifesa TVB  ha aggiunto che « il nostro obiettivo, come sempre, è quello di far proteggere da polizze assicurative, con costo fortemente ridotto grazie ai fondi UE, il maggior numero di imprese agricole possibile ed è per questo che già dall’11 marzo abbiamo garantito ai nostri associati la possibilità di assicurarsi anche dal rischio gelo ».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Famiglia Zoppas in lutto: morto a soli 55 anni il noto manager Marco Colognese

  • Misteriosa scia luminosa solca i cieli tra le province di Treviso e Venezia

  • Finisce in acqua mentre gioca in giardino, bimba di due anni muore annegata

  • Coronavirus, oltre 10mila contagi in Veneto: cinque morti nella Marca

  • Scopre agricoltore che sversa liquami nel fosso: viene preso a martellate

  • Passeggia a 150 metri da casa: multato dalla polizia stradale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento