Divisi dalla competizione elettorale, uniti per l'ambiente: succede a Ponte di Piave

I candidati sindaci Alvise Tommaseo e Paola Roma sabato mattina hanno ripulito le sponde del Negrisia per dare una mano alla società La Marcandola

Anche la lista civica Ponte per Tutti ha aderito sabato mattina all’iniziativa “A pesca di immondizia: il Negrisia”, promossa dall’A.S.D. La Marcandola, società affiliata FIPSAS fin dal 1966: una giornata ecologica e di pulizia delle sponde del Fiume Negrisia, organizzata in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Ponte di Piave ed aperta a tutte le associazioni ed ai cittadini.

Sulle sponde del Negrisia, muniti di pettorina, guanti, rastrello e sacco dell’immondizia, sono arrivati dalle 8:30 del mattino Alvise Tommaseo, candidato sindaco di Ponte di Piave, accompagnato da tanti componenti del gruppo “Ponte per Tutti”, tra cui i candidati consiglieri Bruno Donato, Paola De Nardi, Eugenia Candossin, Federico Bressan, Alberto Vidotto e Filippo Cavezzan. Presenti anche la competitor elettorale Paola Roma ed alcuni rappresentanti della lista Vivi Ponte. 

“Siamo divisi dalla competizione elettorale, ma uniti per l’ambiente – afferma Alvise Tommaseo - dobbiamo prenderci cura del nostro verde, delle nostre acque, consapevoli che si tratta del patrimonio di ogni cittadino, presente e futuro. Nel nostro programma elettorale è prevista una riqualificazione di tutta la risorgiva del Negrisia, mettendo in opera il progetto del biologo Marco Zanetti”.

Negrisia sponde-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Legato in un bosco e picchiato per vendetta: nei guai anche un'influencer trevigiana

  • Incidente in motorino, Roberto Artuso muore dissanguato in Congo

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Tumore incurabile, papà Fabio muore in pochi mesi a 51 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento