Greenway del Sile e Treviso-Ostiglia: dalla Regione oltre 2 milioni di euro

Importante finanziamento stanziato dal Veneto per le due piste ciclabili. Il primo intervento valorizzerà il Parco del Sile, il secondo il tratto veronese della Treviso-Ostiglia

La Regione continua a investire nel potenziamento della rete ciclabile del Veneto: su proposta dell’assessore alle infrastrutture e trasporti, Elisa De Berti, la Giunta ha dato il via libera alla realizzazione di due interventi, uno in provincia di Treviso e l’altro in provincia di Verona. 

Il primo riguarda la “Greenway del fiume Sile. Da borgo a borgo”: la Regione ha approvato un co-finanziamento di 100mila euro per la completa copertura finanziaria dell’intervento per il quale il CIPE aveva già destinato 900mila euro del Fondo di Sviluppo e Coesione 2014-2020. Con il milione di euro sarà realizzato il progetto inserito nell’ambito della razionalizzazione e riqualificazione dei percorsi ciclopedonali all’interno del Parco del Sile, che prevede la realizzazione del collegamento tra Sant’Angelo e Quinto di Treviso. Il secondo intervento riguarda invece la “Treviso-Ostiglia” e in particolare il tratto funzionale da Cologna Veneta a Legnago, in territorio veronese, per un importo complessivo di oltre 2,2 milioni di euro, ripartiti in due stralci funzionali: il tratto  Cologna Veneta – Minerbe per 832 mila euro, e il tratto Minerbe – Legnago per 1 milione e 380 mila euro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Prosegue il nostro impegno per implementare la rete ciclabile del Veneto – afferma l’assessore De Berti – sia per valorizzare dal punto di vista turistico le tante ricchezze ambientali, paesaggistiche e artistiche del nostro territorio che questi percorsi attraversano, offrendo un’opportunità di visita salutare ed ecosostenibile, sia per mettere in sicurezza quei tracciati che i nostri stessi concittadini utilizzano sempre con maggior frequenza». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento