Contarina presenta il suo nuovo ecocentro per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti

Presentato venerdì il nuovo centro sovracomunale per i comuni di Breda e San Biagio. Una realtà nuova e altamente ecologica che sarà inaugurata ufficialmente il prossimo 13 marzo

BREDA DI PIAVE E' stato inaugurato nella giornata di venerdì 2 marzo il nuovo il nuovo EcoCentro di Breda di Piave – San Biagio di Callalta situato in via Volta nella zona industriale della frazione di Pero, che aprirà al pubblico a partire dal 13 marzo.

La struttura, costruita in base al principio della sovracomunalità, è stata realizzata secondo criteri di efficienza e qualità per servire adeguatamente i cittadini dei due Comuni. “L’EcoCentro è stato realizzato sulla base dell’esperienza maturata da Contarina con una particolare attenzione rivolta all’accessibilità e facilità di fruizione per i cittadini: l’obiettivo è quello di offrire un servizio di qualità capace di rispondere alle esigenze dei cittadini, nel pieno rispetto delle normative vigenti. La novità di questa struttura riguarda il sistema di controllo degli accessi per contrastare furti e intrusioni, coadiuvato da un sistema di videosorveglianza in grado di monitorare ogni area dell'EcoCentro. All’ingresso sono state posizionate delle sbarre automatiche, gestite dagli addetti alla guardiania, che potranno così regolare il flusso di accesso e migliorare il controllo del materiale da conferire – ha commentato il presidente di Contarina, Franco Zanata. Il nuovo EcoCentro si sviluppa su una superficie complessiva di quasi seimila metri quadrati e offre ai cittadini un’ampia possibilità di differenziazione grazie ad una importante capacità volumetrica. La struttura, infatti, è dotata di 18 postazioni per i cassoni scarrabili, oltre ad una “isola” riservata ai RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche) e un’altra per i rifiuti pericolosi, al fine di garantirne una corretta e più ordinata raccolta. Inoltre, è presente una speciale cisterna per la raccolta dell’olio vegetale esausto, in grado di misurare l’olio versato con il nuovo contenitore verde da 3 litri e riconoscere l’utenza che lo ha portato. Tante le soluzioni tecnico-costruttive realizzate per quest’opera, a partire da una rampa sopraelevata per facilitare il conferimento dall’alto dei rifiuti nel nuovo EcoCentro, che agevola gli utenti sia nel transito all’interno dell’area sia nelle fasi di scarico dei rifiuti. Inoltre, la sicurezza della struttura è garantita da un sistema di videosorveglianza, con videocamere fisse e mobili che vigileranno l’area anche negli orari di chiusura, così da disincentivare possibili intrusioni e il furto di materiali.

“La realizzazione di questo EcoCentro sovracomunale è la dimostrazione di come si possono condividere iniziative con altri Comuni, un bel tassello nella prospettiva di collaborazione fra Amministrazioni con visione strategica più ampia per assolvere al meglio i nostri compiti istituzionali – commenta Moreno Rossetto, sindaco di Breda di Piave – oggi abbiamo raggiunto un obiettivo importante: questa struttura era attesa da tempo dai nostri cittadini perché la situazione era ormai molto difficile da sostenere. Così, dopo una lunga gestazione, ce l’abbiamo fatta. Ringrazio allora il Comune di San Biagio, Contarina e tutti quanti hanno permesso di realizzare questo nuovo EcoCentro”. Anche il sindaco di San Biagio di Callalta, Alberto Cappelletto, esprime la propria soddisfazione per la realizzazione della nuova struttura: “Questo importante intervento è nato da una piena condivisione e unità d’intenti con il Comune di Breda in primis, e con Contarina e il Consiglio Priula; una sinergia sviluppata per migliorare il servizio versi i cittadini. L’EcoCentro che inauguriamo oggi porterà grandi benefici alla collettività e auspichiamo che venga utilizzato al massimo. La struttura, infatti, può raccogliere un’ampia tipologia di rifiuti, come: elettrodomestici, pneumatici, inerti o metalli che trovano così la destinazione corretta. Chi pensa di liberarsi di questi rifiuti in maniera illecita, adesso non ha più scuse.” Gli attuali EcoCentri di via Levada a Breda e di via Roma a San Biagio, non più adeguati all’elevato flusso di accesso di utenti e alla normativa vigente, verranno chiusi e dismessi. L’ultimo giorno di apertura per entrambe le strutture sarà sabato 10 marzo. L’EcoCentro di via De Gasperi a S. Biagio di Callalta – loc. Spercenigo continuerà invece la sua regolare attività.

Potrebbe interessarti

  • Pioggia, vento e grandine: la Marca ancora nella morsa del maltempo

  • Lutto tra le colline del prosecco, addio a Fabio Ceschin

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Sorgenti del Piave, la commissione di esperti conferma: «Sono in Veneto»

I più letti della settimana

  • Tragico frontale a Borgoricco, morto un prete di 82 anni

  • Centauro 21enne si schianta contro un'auto: è grave all'ospedale

  • Si schianta con la moto contro un'auto, muore un 40enne

  • Segrega in casa e picchia la moglie e la figlia di 14 anni: arrestato 50enne padre-padrone

  • Tamponamento a catena in A4: un morto, traffico in autostrada nel caos

  • Auto fuori strada in Feltrina: due persone incastrate tra le lamiere, ferita una bimba

Torna su
TrevisoToday è in caricamento