A Morgano nasce il "bosco urbano" grazie alla piantumazione di 800 alberelli di Ascotrade

Due le aree in cui l'azienda trevigiana ha effettuato la riqualificazione ambientale grazie a aceri campestri, carpini bianchi, roverelle e olmi

Alberi come simboli di vita, rinascita e speranza, divenuti anche un emblema di tutela ambientale. Un valore comune a tutte le culture che Ascotrade ha fatto proprio con la "Fabbrica dell'Aria", progetto di riqualificazione ambientale realizzato in collaborazione con AzzeroCO2 che prevede la messa a dimora di alcune migliaia di piante in diverse cittadine di Veneto e Friuli Venezia Giulia. È stato il Comune di Morgano ad aver tenuto sabato a battesimo l'iniziativa nella provincia di Treviso, con la piantumazione di 800 piantine tra aceri campestri, carpini bianchi, roverelle e olmi.

Una festa per tutta la comunità, a cui hanno preso parte anche gli studenti delle scuole elementari e medie di Morgano, coinvolti in prima persona nel progetto: 25 alberelli di Acero Campestre e Carpino Bianco, infatti, sono stati piantati nei giardini della scuola elementare Marconi e della scuola media Crespani ed affidati alle cure dei ragazzi. Le altre 775 piante hanno invece trovato casa in via Marcello e via Don Cester, andando a riqualificare un'area totale di circa 1 ettaro. "È con grandissima soddisfazione che oggi assistiamo al momento più significativa del progetto Fabbrica dell'Aria di Morgano - ha affermato Stefano Busolin, presidente Ascotrade - un'operazione che avevamo annunciato nello scorso mese di novembre e che oggi è arrivata a conclusione. Un gesto concreto e dal valore fortemente simbolico, con il quale suggelliamo, ancora una volta, l'impegno di Ascotrade nei confronti della comunità e dell'ambiente, nel rispetto della nostra mission: essere un'azienda del territorio che lavora per arricchire il territorio" “Siamo particolarmente felici della collaborazione con Ascotrade, che ha deciso di impegnarsi in un nuovo progetto di forestazione mettendo al primo posto la tutela del territorio in cui opera, la mitigazione dell’impatto ambientale delle attività e il benessere delle generazioni future”, ha dichiarato Angelisa Tormena di AzzeroCO2”.

“Voglio ringraziare le società Ascotrade e AzzeroCO2 per l'opportunità di valorizzare il tema ambientale nel comune di Morgano con la piantumazione di 800 alberi - ha dichiarato il Sindaco Daniele Rostirolla - Come Amministrazione abbiamo intrapreso un percorso di tutela e difesa dell'ambiente in ogni suo aspetto, convinti del valore aggiunto a favore dei residenti e di quanti considerano il nostro comune un luogo ideale ove vivere in un rapporto equilibrato tra ambiente antropico e ambiente naturale. La piantumazione di questi 800 alberi sul territorio Morganese assume un duplice significato: da una parte sancisce la volontà della nostra Amministrazione di dare valore al suolo, al clima e alla qualità degli elementi, in una logica di recupero dei terreni che spesso sono stati prevaricati da una edilizia priva di equilibrio; dall'altra favorire il recupero di una grande area incompiuta che sarà a disposizione della cittadinanza come luogo sociale, di incontro e di benessere ambientale e climatico. Voglio sottolineare come, in questo giorno, sia importante il coinvolgimento degli studenti delle scuole di Morgano. Il rito della piantumazione degli alberi è stato accompagnato dai nostri ragazzi, ai quali, in un simbolico parallelo, viene affidata la cura, la testimonianza e il deposito dei valori che vogliamo trasmettere a favore dell'ambiente, affinché, come gli alberi, crescano e propaghino le loro radici nella comunità con equilibrio, consapevolezza e armonia”.

Da oggi e per i prossimi due anni le piantine verranno curate e seguite a spese di Ascotrade. L’obiettivo è quello di formare dei veri e propri "boschi anti-smog" composti da alberi che permetteranno un assorbimento complessivo delle emissioni di anidride carbonica in atmosfera pari a 560 tonnellate di CO₂ lungo l’intero ciclo di vita degli alberi (calcolato in media in 80-100 anni). Una iniziativa che rientra nel macro-progetto ARIA (Ascopiave Rispetta l’Ambiente) attraverso il quale le aziende di vendita del Gruppo Ascopiave affrontano tematiche importanti, quali la mobilità sostenibile, l’efficientamento energetico, la digitalizzazione dei servizi e l’analisi della propria carbon foot print.

Potrebbe interessarti

  • Malattia incurabile: direttore dell'Interspar perde la vita a 41 anni

  • Trascinate dalla corrente: due sorelle rischiano di annegare nel Piave

  • Tumore incurabile, il sorriso di Tiziana si spegne a soli 44 anni

  • Cane abbandonato sotto il ponte di Segusino: trovato il proprietario

I più letti della settimana

  • Morto in mare a Jesolo: indagati due bagnini

  • Autostar vende a prezzo ridotto le auto danneggiate dal maltempo

  • Jesolo: trovato senza vita il ragazzo disperso in mare

  • Gita in pedalò, entra in acqua e non riemerge: disperso un 23enne

  • Trascinate dalla corrente: due sorelle rischiano di annegare nel Piave

  • Malore improvviso alla guida, auto si ribalta: marito e moglie in ospedale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento