Fare impresa biologica: allevamento, apicoltura, viticoltura. Con NaturaSi’ alla Fiera Internazionale dell’Agricoltura di Santa Lucia di Piave

Da sabato 10 a lunedì 12 dicembre NaturaSì dà l’opportunità di incontrare gli agricoltori bio che con passione, entusiasmo e impegno lavorano tutti i giorni la terra, preservandone la fertilità, per offrire a tutti i consumatori alimenti che sono vero nutrimento; uomini e donne che raccontano le loro esperienze per trasmettere i valori del bio e far comprendere come fare impresa biologica.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Una tradizione millenaria, da rispettare e da tutelare per garantire futuro all'ambiente, alla biodiversità e all'uomo: da sabato 10 a lunedì 12 dicembre l'agricoltura biologica e biodinamica sono protagoniste della Fiera Internazionale dell'agricoltura di Santa Lucia di Piave (TV). NaturaSì dà l'opportunità di incontrare gli agricoltori bio che con passione, entusiasmo e impegno lavorano tutti i giorni la terra, preservandone la fertilità, per offrire a tutti i consumatori alimenti che sono vero nutrimento; uomini e donne che raccontano le loro esperienze per trasmettere i valori del bio e far comprendere come fare impresa biologica. Allevamento, apicoltura e viticoltura: da sabato a lunedì sono numerosi gli appuntamenti per conoscere da vicino l'agricoltura bio, dalle tecniche agronomiche fino alla presentazione di modelli di impresa sostenibili. "In occasione di una fiera storica dedicata all'agricoltura è necessario porre l'attenzione sul biologico e sul biodinamico, che rappresentano il futuro dell'agricoltura stessa, della nostra terra e dell'uomo. - sottolinea Fabio Brescacin, Presidente di EcorNaturaSì - Portiamo le storie, le esperienze, la passione dei nostri agricoltori e produttori che lavorano per salvaguardare la fertilità della terra. In questa occasione i visitatori possono comprendere i valori del bio e compiere scelte consapevoli". Sabato 10 dicembre il focus è sull'apicoltura: tra gli altri, i produttori Flavio Piovesan e Renato Selvestrel presenteranno il ruolo centrale delle api, le attuali minacce per questi insetti preziosi e il ruolo positivo del bio per tutelare l'intera agricoltura. Sempre dedicata all'apicoltura è la tavola rotonda "L'apicoltura secondo i principi della biodinamica" a cura del produttore biodinamico Luca Mion, in programma domenica 11 e lunedì 12 dalle ore 16.00 alle ore 17.00. La viticoltura bio è la protagonista di domenica 11 dicembre: con le aziende Perlage e Le Carline si affronta un tema molto attuale durante la tavola rotonda "Dal convenzionale al bio, vino senza solfiti e vino vegano", in programma dalle ore 11.00 alle ore 13.00. Nel pomeriggio in compagnia di Adriano Zago, agronomo ed enologo, si tiene il focus "Enologia e metodo biodinamico" per approfondire la conoscenza di pratiche di viticultura biologica. Lunedì 12 dicembre il tema centrale è l'allevamento: la tavola rotonda della mattina "La cura dell'animale secondo la medicina omeopatica" con l'intervento del medico veterinario Italo Conedera del Centro Caseario Cansiglio e la tavola rotonda del pomeriggio "Il benessere degli animali in relazione all'ambiente e all'alimentazione" con l'intervento del medico veterinario Sabrina Menestrina accompagnano i visitatori e gli interessati a comprendere il metodo di allevamento bio, che pone al centro gli animali e il loro benessere per garantire prodotti sani e nutrienti. Un ampio spazio sarà dedicato all'esposizione di prodotti dell'Azienda Agricola San Michele che da trent'anni pratica l'agricoltura biodinamica sui territori di Conegliano, Breda di Piave, Spresiano e recentemente anche nella tenuta di Cortellazzo di Jesolo. Presso lo spazio NaturaSì sarà possibile informarsi sul corso formativo triennale per agricoltori biodinamici "Gianni Catellani" promossa dalla Libera Fondazione Antroposofica "Rudolf Steiner" di Conegliano (TV), in collaborazione con enti italiani e stranieri quali Associazione per l'Agricoltura Biodinamica, APAB, Landbauschule Dottenfelderhof Bad Vibel (DE), Sativa Rheinau Ag (CH), EcorNaturaSì Spa e le aziende agricole biodinamiche aderenti.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento