Conte provoca Manildo: «Già piantati più alberi rispetto a tutto il suo mandato»

Il sindaco di Treviso punzecchia l'ex primo cittadino sul tema delle piantumazioni in città e promette telecamere e foto-trappole contro chi abbandona i rifiuti nei cestini pubblici

Viale alberato a Treviso (Foto d'archivio)

«A marzo 2020, dopo neanche due anni di mandato, avremo messo a dimora più alberi della giunta Manildo. Sono infatti 1947 le essenze che verranno piantumate contro le 1164 del quinquennio 2013-2018».

A dirlo è il sindaco di Treviso, Mario Conte, che dalla sua pagina Facebook lancia un'aperta provocazione all'ex primo cittadino del capoluogo di Marca. «La differenza tra alberi piantati e abbattuti - continua Conte - è di 1543 unità contro le 349 degli anni precedenti. Di fatto, nell'arco dei prossimi 4 anni potremo decuplicare il dato della sinistra. Queste, a mio parere, sono le buone pratiche per rendere la nostra Treviso sempre più verde e provare a migliorare ulteriormente quella classifica che ci vede fra le prime 10 città d'Italia per ecosistema urbano e fra le prime 20 per numero di alberi per abitante. La strada è quella giusta, ora dobbiamo continuare a lavorare con politiche ambientali lungimiranti e una programmazione attenta ed efficace finalizzata al miglioramento della salute di tutti. Inoltre, i cittadini potranno diventare protagonisti di queste best practices attraverso l'iniziativa "Adotta un Albero" che porterà altri 300 alberi in ambito privato».

alberi-conte-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Foto-trappole per chi inquina

Il sindaco Conte è intervenuto anche su un altro problema molto attuale in città: l'abbandono sempre più frequente di sacchetti dei rifiuti nei cestini pubblici del centro. «Purtroppo sta prendendo sempre più piede il malcostume di abbandonare i rifiuti nei cestini pubblici - conclude il primo cittadino - Abbiamo iniziato il monitoraggio e faremo ancora di più: ho già parlato con il comandante della Polizia Locale Gallo e andremo a posizionare foto-trappole in diversi angoli della città. Non vogliamo incassare soldi delle multe, ma fare sì che le persone non continuino a gettare l’immondizia nei cestini».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grandine e temporali, la Marca nella morsa del maltempo

  • Folle lite a Cornuda, il proprietario di casa aveva ucciso la madre da giovane

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

  • Travolta sulle strisce pedonali, anziana ricoverata in rianimazione

  • Covid 19, studio choc di un epidemiologo trevigiano:«Il vaccino? Forse è una chimera»

  • Legato e cosparso di benzina, folle lite in casa: indagano i carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento