Resana, pista ciclabile di via Roma: c'è l'ok alla variante verde

Non sarà più a ridosso della trafficatissima strada regionale del Santo ma sarà collocata a debita distanza, con un tragitto posizionato tra il verde delle campagne che costeggiano le abitazioni limitrofe alla strada

Il Consiglio comunale di Resana ha approvato all’unanimità la variante “verde” per la nuova pista ciclabile di via Roma. Una variante che prevede un percorso della nuova pista ciclabile che non sarà più a ridosso della trafficatissima strada regionale del Santo ma sarà collocata a debita distanza, con un tragitto che nella prima parte, quella più vicina al centro abitato di Resana, andrà a posizionarsi tra il verde delle campagne che costeggiano le abitazioni limitrofi alla strada. «Con il voto unanime del consiglio comunale è passata questa proposta che ci consente di risparmiare parecchi soldi e di non coprire il canale musonello – ha dichiarato il sindaco Stefano Bosa nel presentare il progetto della nuova opera – il costo complessivo si aggira sul milione e mezzo e sono state valutate ed accettate tutte le osservazioni pervenute dai cittadini interessati che chiedevano una accessibilità completa per tutti i residenti della zona. Ora si passa al progetto esecutivo e speriamo in pochi mesi di poter pubblicare il bando per affidare i lavori».

L’opera, attesa da oltre quarant’anni, sarà realizzata in due stralci e consentirà a pedoni e ciclisti di raggiungere la zona industriale di via Boscalto e via Roma finalmente in maniera sicura in un percorso che potrà diventare non solo utile durante la settimana lavorativa ma potrà essere anche un valido percorso per le passeggiate domenicali anche con la possibilità in futuro di poter essere collegato con altri itinerari ciclo-pedonali già presenti nel territorio. «La speranza, se il bilancio ce lo consentirà, è anche quella di anticipare il secondo stralcio di lavori – ha concluso il sindaco – vogliamo dare priorità a questa opera così tanto attesa dai cittadini e così importante per la sicurezza delle tantissime persone che ogni mattina raggiungono il loro posto di lavoro».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Cade dalla sedia della sua cameretta, bimbo di nove anni grave all'ospedale

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Sfreccia a 127 km/h con il suo bolide: il limite era 50 km/h

Torna su
TrevisoToday è in caricamento