Concluso il ritiro della giunta di Treviso: "Priorià sarà la Smart City"

Ci siamo candidati proponendo un nuovo modello per la città, quello della Smart City. Un progetto con obiettivi diversi", dichiara il sindaco

Si è conclusa nel primo pomeriggio di sabato la giunta non-stop voluta dal Sindaco di Treviso Giovanni Manildo che ha riunito gli assessori in una località fuori Treviso. Un ritiro nel quale il primo cittadino e i membri della giunta hanno condiviso idee e progetti dopo la breve pausa estiva: “Ripartiamo da lunedì con una squadra ancora più coesa e decisa, pronta a lavorare per e con i cittadini trevigiani – è il commento del sindaco Manildo che individua nel valore della condivisione la chiave per lo sviluppo della città – Abbiamo già definito obiettivi di medio e lungo termine, ma soprattutto abbiamo trovato nella condivisione un comune denominatore per il lavoro di ogni assessorato. Non vogliamo infatti che si proceda per compartimenti stagni: la programmazione di tutti gli obiettivi passerà attraverso il lavoro unitario della giunta”.

Perno dell'azione amministrativa, oltre alla condivisione, sarà la Smart City: “Ci siamo candidati proponendo un nuovo modello per la città, quello della Smart City. Un progetto sotto il quale confluiscono temi e obiettivi diversi e che costituirà il collettore per il lavoro di ciascun membro della giunta”, sottolinea il sindaco.

Così, dopo i progetti ai quali ha già iniziato a lavorare, dal 2 settembre la giunta entra nel pieno del lavoro amministrativo: “Abbiamo trovato molte e valide professionalità all'interno del Comune di cui intendiamo avvalerci perché la nostra azione possa essere efficace e immediata. Il cambio dei dirigenti, che entrerà in vigore da lunedì, segna un passo ulteriore verso il miglioramento della macchina amministrativa che sappiamo poter essere sempre più efficiente”, dichiara il sindaco. Al vaglio della giunta anche alcune ipotesi di variazioni al bilancio che dovranno essere approvate entro il 30 settembre: “Abbiamo già in mente delle ipotesi di variazioni al bilancio che però sentiamo prima di condividere con i consiglieri di maggioranza che raduneremo già la prossima settimana. Voglio ribadire che, in base al nostro metodo di lavoro, nessuna decisione verrà calata dall'alto, anzi: vogliamo che le scelte di queste amministrazione siano il più possibile condivise da tutti”, sottolinea il sindaco.

Il 6 settembre la giunta sarà impegnata in due importanti incontri di cui si è fatta promotrice. Il primo (a cui hanno già dato la loro adesione nove degli undici comuni invitati) avrà come tema di discussione il Pat. Il secondo invece vedrà il coinvolgimento dei comuni dell'Ipa e contermini. Obiettivo dell'amministrazione sedersi intorno a un tavolo per discutere i problemi derivanti dall'inquinamento e predisporre, per tempo, delle misure antismog.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Legato in un bosco e picchiato per vendetta: nei guai anche un'influencer trevigiana

  • Incidente in motorino, Roberto Artuso muore dissanguato in Congo

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Tumore incurabile, papà Fabio muore in pochi mesi a 51 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento