Un albero per ogni bimbo appena nato: in cinque anni piantati 450 alberi

Domenica 25 novembre a Montebelluna la nuova edizione dell'iniziativa che ha riscosso un grandissimo successo e ha contribuito ad aumentare le aree verdi in città

Saranno consegnati domenica 25 novembre alle ore 11 presso la sede del Teatro Binotto di Biadene gli alberi nell'ambito dell'iniziativa “Un albero per ogni nato” promossa dall'amministrazione comunale di Montebelluna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La cerimonia prevede il saluto delle autorità, a seguire la consegna ai genitori delle piante e dei diplomi per i nuovi nati ed infine l'aperitivo offerto dai comitati civici. L'iniziativa, che prevede la piantumazione di un albero per ogni nuovo nato residente nel Comune, coinvolgerà i genitori dei bambini nella scelta del tipo di pianta e dell’area in cui metterla a dimora. Ogni pianta porterà una fascetta con indicato il nome del bambino e un numero identificativo della pianta. Un’iniziativa prevista a qualche giorno dalla Giornata mondiale degli alberi, in programma mercoledì 21 novembre. Commenta il vicesindaco, Elzo Severin: «L’iniziativa, introdotta nel 2013, punta a promuovere un legame diretto tra il bambino, la sua famiglia e l'albero che verrà piantato. Ai genitori, all'atto della registrazione del neonato presso l'anagrafe, viene consegnato un modulo in cui possono esprimere una preferenza rispetto al tipo di pianta (da frutto, ornamentale con o senza fiori) e scegliere se piantare l'albero in un'area privata dove accudirlo personalmente, o in un'area pubblica a propria scelta o a scelta dell'amministrazione comunale. Grazie a questa sono circa 450 gi alberi piantati tra quelli in aree private e pubbliche».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento