A Refrontolo i vigneti del Prosecco si tingono di rosso

I vigneti della tenuta Astoria a Refrontolo coperti di trifoglio incarnato per attirare gli insetti e concimare. Polegato: «Facciamo conoscere le buone pratiche dell’agricoltura»

È una distesa rossa quella che si vede in questi giorni nella Tenuta Astoria a Refrontolo. Una parte del vigneto storico dell’azienda, reimpiantata di recente, è infatti segnata dal trifoglio incarnato (o trifoglio rosso, appunto) oggi nel pieno della sua fioritura.

«L’abbiamo scelto – spiega Giorgio Polegato di Astoria – perché è una pianta che da un lato attira gli insetti buoni che proteggono dai parassiti e dall’altro, una volta tagliata, sarà lasciata sul terreno (è la cosiddetta tecnica del sovescio) così da proteggerlo dai fenomeni erosivi e da fungere da ottimo fertilizzante». È una pianta storicamente ben conosciuta in agricoltura e usata anche nelle coltivazioni biodinamiche. «L’abbiamo introdotta nell’ambito della certificazione di Qualità Sostenibile, anche se non è obbligatoria - continua Polegato. - Non è una novità per gli addetti ai lavori, ma è una di quelle buone pratiche che spesso passano inosservate. Oggi però crediamo sia importante farle notare, per mostrare come noi operatori lavoriamo quotidianamente per difendere il più possibile le piante e la biodiversità».

Potrebbe interessarti

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Palazzetto da intitolare a Sara Anzanello: l'opposizione abbandona l'aula

  • La nazionale inglese di rugby in ritiro a Treviso: ecco tutti gli eventi collaterali

  • Veritas cerca nuovi netturbini: pronti 140 posti di lavoro

I più letti della settimana

  • Preso a bastonate e soffocato con un cuscino: arrestate per omicidio

  • Si schianta contro un'auto con la Vespa, muore 45enne

  • Malore fatale nella notte, muore una 45enne

  • Furgone si schianta contro un platano, due morti e un ferito grave

  • Ferma la corriera e abbandona 55 bimbi in autogrill: «Vado a Jesolo»

  • Dipendenti in nero, ristoratori stangati dalla Guardia di Finanza

Torna su
TrevisoToday è in caricamento