Autocertificazione: che cos’è

Autocertificazione: che cos’è e a che cosa serve. Perché farla e chi può farla. Tutte le informazioni utili al cittadino

L’autocertificazione è una dichiarazione che sostituisce certificati e documenti.

Le Pubbliche Amministrazioni e le aziende che hanno in concessione servizi come trasporti, erogazione di energia, servizio postale, reti telefoniche non possono più chiedere ai cittadini i certificati o i documenti in tutti i casi in cui si può fare l'autocertificazione.

La richiesta di questi certificati da parte delle amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi costituisce una violazione dei doveri d'ufficio.
I privati, come banche e assicurazioni,e i tribunali, invece, non sono tenuti ad accettare l'autocertificazione.

CHI PUÒ FARLA – Possono fare la dichiarazione sostitutiva:

  • i cittadini italiani
  • i cittadini dell'Unione Europea
  • i cittadini dei paesi extracomunitari in possesso di regolare permesso di soggiorno possono utilizzare l'autocertificazione limitatamente ai dati che sono attestabili dalle pubbliche amministrazioni italiane

Quando una persona non è in grado di rendere un’autocertificazione a causa di un temporaneo impedimento per ragioni di salute, un parente prossimo può fare una dichiarazione nel suo interesse. In questo caso la dichiarazione va resa davanti al pubblico ufficiale che accerta l'identità della persona che ha fatto la dichiarazione.

Il cittadino è responsabile di quello che dichiara con l'autocertificazione e le amministrazioni effettuano controlli sulla corrispondenza alla verità delle dichiarazioni autocertificate. In caso di dichiarazione falsa il cittadino viene denunciato all'autorità giudiziaria e decade dagli eventuali benefici ottenuti con l'autocertificazione.

COME SI FA - Per sostituire i certificati basta una semplice dichiarazione firmata dall'interessato, senza marca da bollo.

L'esibizione di un documento d'identità o di riconoscimento, a seconda dei dati che contiene, vale a sostituire i certificati di nascita, residenza, cittadinanza e stato civile.

Tutte le dichiarazioni da presentare alla pubblica amministrazione o ai gestori di servizi pubblici possono essere inviate anche per fax, allegando la fotocopia di un documento di identità, oppure per e-mail identificandosi con la carta d'identità elettronica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

  • Aneurisma fatale, muore dopo due mesi in ospedale: era appena diventato papà

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento