Posta elettronica certificata: perché

Perché richiedere la posta elettronica certificata? Perché è gratuita, perché è utile, perché è sicura

La posta elettronica certificata consente di svolgere numerose pratiche senza recarsi agli uffici della Pubblica Amministrazione.

È sufficiente avere un computer, o qualunque altro dispositivo di accesso a internet, per richiedere informazioni, inviare istanze e documentazioni, ricevere documenti e comunicazioni. In questo modo si semplificano le procedure, si risparmia tempo e si evitano inutili spostamenti.

SICURA – Tra i numerosi vantaggi della Pec, c’è sicuramente la sua sicurezza. La Pec consente soltanto le comunicazioni tra cittadino e Pubblica Amministrazione o tra le diverse Pubbliche Amministrazioni. Non permette invece il passaggio di informazioni tra cittadini. Questo rende la posta elettronica certificata un canale sicuro ed esclusivo.

GRATUITA – La posta elettronica certificata offre una serie di servizi base gratuiti e funzionalità per gestirla in modo semplice ed efficiente. Tra questi la casella di posta elettronica certificata, il servizio di notifica tramite posta elettronica tradizionale, il fascicolo elettronico personale del cittadino per memorizzare i documenti scambiati e la disponibilità dell’indirizzario delle Pubbliche amministrazioni provviste di posta certificata.

Ulteriori funzioni aggiuntive possono essere scelte con l’attivazione di servizi avanzati a pagamento, come la firma digitale, la notifica multicanale (per esempio via sms), l’agenda degli eventi e delle scadenze di interesse e il servizio avanzato di fascicolo elettronico personale.

UTILE – La Pec è uno strumento semplice e di immediato utilizzo ed è utile per dialogare con la Pubblica Amministrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

  • Aneurisma fatale, muore dopo due mesi in ospedale: era appena diventato papà

Torna su
TrevisoToday è in caricamento