Come aprire una bottiglia di spumante, da perfetto sommelier

Non siamo tutti esperti nell'arte del Sabrage, dove una spada sfiora la cima del tappo, per aprire una bottiglia di Champagne. Ecco alcuni consigli per aprire in sicurezza lo spumante, evitando sprechi spruzzando tutta la casa a mo di Formula1

Che si tratti di una cenetta a lume di candela o di ricevere ospiti a casa, sapere come aprire correttamente una bottiglia di spumante, è il primo passo per offrire un'ospitalità impeccabile ai tuoi cari. Per quanto festoso (e disordinato) possa essere un botto fragoroso unito a un trabocco frizzante, l'apertura di una bottiglia di spumante dovrebbe effettivamente creare un rumore minimo e non provocare la fuga di  tutti gli uccelli in giardino. Segui questo breve tutorial, per un futuro da perfetto gentleman sicuro e dall'aura esperta.

Assicurati che la bottiglia sia refrigerata

La bottiglia di champagne o spumante, deve essere adeguatamente raffreddata a circa 7°C. Se non è abbastanza fredda, la pressione all'interno  farà rilasciare il tappo molto rapidamente, insomma avrai un geyser e un proiettile potenzialmente pericoloso. Suggerimento: un modo rapido per raffreddare la bottiglia (e per mantenere le bottiglie molto fredde), utilizzare una miscela di ghiaccio al 50% e acqua al 50%, riposto in un secchiello da ghiaccio. Dopo, per maneggiarla, assicurarsi che la bottiglia sia asciutta, in modo che la bottiglia non diventi un tutt'uno con le mani.

Utilizzare gli utensili da vino, per privare il collo della bottiglia dalla pellicola

Sebbene tutti gli spumanti abbiano una linguetta per aiutare ad aprire la bottiglia, il più delle volte la linguetta non riesce a farsi strada intorno alla bottiglia, lasciando un brutto pasticcio di pellicola in eccesso. Il taglio del foglio crea una linea uniforme e pulita attorno al flacone? in modo che una volta rimosso il foglio, il sughero e la gabbia siano esposti.

Procurati un tovagliolo

Piega un tovagliolo o un asciugamano da cucina per il lungo e mettilo sopra la gabbia e il tappo. Ciò crea un'altra misura di sicurezza, che può aiutare a impedire al tappo, di volare via come un proiettile. La sicurezza è fondamentale quando si apre lo spumante, poiché la pressione dietro il tappo è di circa 90 atm, per intenderci, è tre volte la pressione della maggior parte dei pneumatici per auto .

La gabbietta

Rimuovere la gabbia in senso antiorario, esercitando una pressione sul tappo, per impedirne lo scoppio prematuro È meglio tenere la bottiglia con un angolo di 45 gradi. Svita la forcina per sei giri e poi allenta la gabbia attorno alla bottiglia.

Ruota la bottiglia, non il tappo

Una volta allentata la gabbia, iniziare ad estrarre il tappo, mantenendo la pressione attorno al tappo e ruotando la bottiglia. Se si torce il tappo, può rompersi all'interno della bottiglia.

Estrazione

Quando la bottiglia, comincia ad allentarsi dal tappo, puoi procedere lentamente all' estrazione. Fallo fino a quando la pressione nella bottiglia, inizia a spingere il tappo in modo naturale. Una volta che senti che il tappo inizia a muoversi da solo, spingi delicatamente il tappo, una leggera resistenza impedirà il rilascio troppo rapido. Più lentamente il tappo si separa dalla bottiglia, più lieve sarà il sibilo che si verificherà. Le persone sono sempre stupite quando si apre una bottiglia di spumante con appena un blip, l'obiettivo è quello.

Asciuga ora l'estremità e servi in calici da vino bianco (non flûte) in realtà funzionano meglio.

Cheers!

Bicchieri iso

VILLEROY-BOCH

Set sommelier

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è la prima vittima a Treviso: è una donna di 75 anni

  • Lascia un biglietto d'addio poi si toglie la vita a soli 39 anni

  • Malore fatale al lavoro: padre di due bambini muore a 31 anni

  • Trovata morta nella culla a soli 5 mesi: addio alla piccola Azzurra

  • Operaio con febbre alta: «Ero a Vo'». Dipendenti tutti a casa alla "Breton"

  • Coronavirus a Treviso, 12 persone positive al tampone: scatta l'isolamento

Torna su
TrevisoToday è in caricamento