"Uniti per la sicurezza stradale": bilancio record per la terza edizione

Dal 12 al 14 aprile scorsi Treviso e Conegliano hanno ospitato un importantissimo evento dedicato alla sicurezza sulle strade della provincia registrando un boom di presenze

Si è conclusa nei giorni scorsi la terza edizione dell’evento: "Uniti per la sicurezza stradale" con numeri record fatti registrare nel fine settimana dal 12 al 14 aprile scorso, tra Treviso e Conegliano.

L’iniziativa itinerante si consolida e si afferma tra le più rappresentative e seguite nel panorama della sicurezza stradale nazionale, confermando la tappa trevigiana di sicuro interesse ponendola tra quelle con la maggiore affluenza. Sono stati oltre 150 i presenti in platea al convegno: “Il weekend della sicurezza stradale” svoltosi presso il Salone dei Trecento a Treviso voluto dal Prefetto dottoressa Maria Rosaria Laganà aprendo di fatto i lavori e a cui sono succeduti autorevoli 8 relatori, facenti parte delle alte autorità e forze di Polizia del territorio. Un saluto è arrivato anche dal sindaco, Mario Conte. Convegno tra l’altro che vedeva l’attribuzione dei crediti formativi per i giornalisti, presenti in forza durante le 4 ore del seminario. La continuità nel veicolare la cultura alla guida e di sensibilizzazione alla sicurezza stradale, ha visto per un’intera giornata nella città di Treviso, nella piazza Aldo Moro adiacente alla splendida piazza dei Signori, la partecipazione della polizia di Stato con l’esclusiva esposizione della Lamborghini Huracan e con gli interventi degli operatori specializzati della Polizia Stradale della sezione di Treviso che hanno intrattenuto la folta cittadinanza trevigiana ma anche i turisti, dando loro utili consigli per una efficacia prevenzione. Presente inoltre l’Automobile Club di Treviso con un proprio stand, presso cui il personale della propria delegazione ha pure dato informazioni in materia di sicurezza stradale. Esposte altresì le auto impiegate nei corsi di guida sicura del comitato organizzatore della manifestazione.

Sono stati poi i successivi due giorni di sabato e domenica ad ospitare l’iniziativa presso il centro commerciale Conè di Conegliano, diventando di fatto una “cittadella della sicurezza stradale”, apertura avvenuta con il taglio del nastro del proprio sindaco. Nelle varie attività in programma si sono registrate affluenze importanti a partire dalle prove di guida sicura introduttiva con tutti i 70 posti disponibili esauriti a bordo delle 5 autovetture impiegate. Al Campo Scuola Bike riservato ai bambini si sono “sfiorate” le 250 iscrizioni, esattamente 238, soddisfacendo i più piccoli ma anche i genitori e i nonni presenti. Oltre cinquemila le persone che hanno assistito agli intrattenimenti ed interventi nell’area della polizia stradale della sezione di Treviso per la visione dei filmati e incontri con il pubblico durante tutto il weekend. Una superficie espositiva quest’anno ampliata oltre i 500 mq, dove sono stati esposti i mezzi della Polizia Stradale con n.2 moto, la Lamborghini Huracan vera star della manifestazione, presa d’assalto dalle tantissime foto e selfie, alla presenza costante di ben 8 agenti nell’area dedicata appunto alla polizia di Stato. Altrettanto presenti in forza il Corpo della polizia locale del Coneglianese con 2 moto, in anteprima l’esposizione di un'auto adibita al trasporto di detenuti, un’area ludica per i bambini, l’assistenza didattica del proprio personale al campo scuola bike per un totale di 5 vigili urbani al coordinamento. L’iniziativa prevedeva anche la presenza di aree dedicate ai sostenitori dell’evento che con i propri prodotti hanno intrattenuto ed incuriosito i visitatori del centro commerciale che nel suo totale nel week end ha fatto registrare quasi trentamila ingressi (fonte Conè), tra l’altro in anteprima c’era l’esposizione della nuovissima VW T-Cross, che si poteva effettuare in esterna con un relativo test drive sui sistemi di sicurezza. Pertanto sono stati tre giorni di totale dedizione alla sicurezza stradale a 360°, alla diffusione di come proteggersi in strada applicando le corrette regole quando siamo fruitori della strada, attività messe in campo dall'organizzazione che ha visto impiegate ben n.15 persone, tra istruttori di guida sicura, addetti all'assistenza e di coordinamento, oltre al personale del centro Conè. L’organizzatore Massimiliano Bertocci commenta l'evento con queste parole: «La soddisfazione nel constatare tanta partecipazione da parte dei cittadini, segno che quanto offerto viene recepito nel giusto modo. Si ringrazia per questo tutte le autorità e le forze di Polizia che sicuramente danno un enorme contributo all'iniziativa stessa, affiancati altrettanto dai sostenitori privati e dai media».

Potrebbe interessarti

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Pioggia, vento e grandine: la Marca ancora nella morsa del maltempo

  • Lutto tra le colline del prosecco, addio a Fabio Ceschin

  • Sorgenti del Piave, la commissione di esperti conferma: «Sono in Veneto»

I più letti della settimana

  • Preso a bastonate e soffocato con un cuscino: arrestate per omicidio

  • Si schianta contro un'auto con la Vespa, muore 45enne

  • Malore fatale nella notte, muore una 45enne

  • Malore fatale mentre fa jogging, stroncato da un infarto a 71 anni

  • Ferma la corriera e abbandona 55 bimbi in autogrill: «Vado a Jesolo»

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento