Maltempo senza fine: allerta per i fiumi Monticano e Livenza

Stato di attenzione proclamato dalla Regione per i due corsi d'acqua che attraversano i comuni orientali della Marca. Paura anche per il livello del Meschio e del Bacchiglione

Il fiume Monticano a Oderzo (Immagine d'archivio)

Le piogge cadute nelle scorse ore hanno costretto il Centro funzionale decentrato della Protezione civile del Veneto ad aggiornare l'elenco dei fiumi a rischio nel territorio regionale. 

Lunedì 20 maggio i livelli idrometrici sostenuti avevano fatto scattare l'allerta per i fiumi Bacchiglione e Agno-Guà ma, nelle ultime ore, sono aumentate anche per le aste fluviali del Meschio, Monticano e Livenza. Il possibile verificarsi di rovesci o temporali localmente anche abbondanti, potrebbe creare disagi al sistema fognario e lungo la rete idrografica minore. E’, quindi, allerta ‘arancione’, per la rete fluviale principale del bacino del basso Brenta e del Bacchiglione e allerta ‘gialla’ per il bacino del Piave Pedemontano, dell’alto Brenta-Bacchiglione-Alpone e del Livenza, Lemene e Tagliamento. Nel pomeriggio di lunedì 20 maggio a Motta di Livenza si sono registrati i primi problemi alla rete fognaria con piccoli allagamenti in strade e scantinati. Il livello del canale Livenzetta è stato abbassato solo grazie alle idrovore entrate subito in funzione. Il sottopasso di via Piave è invece rimasto allagato fino a sera. Continuano gli allagamenti anche a Revine Lago dove il maltempo di questi giorni non ha certo diminuito il livello dei laghi esondati già nelle scorse settimane. L’allerta meteo diffusa dalla Regione resterà valida fino alle ore 14 di oggi, martedì 21 maggio

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In montagna continua invece il rischio di frane superficiali sui versanti e la possibilità di innesco di colate rapide specie nelle zone di allertamento del bellunese, del Vicentino e della montagna veronese, con particolare riferimento alla zona dell'Alpago già interessata da fenomeni di dissesto localizzato. Stando alle previsioni Arpav il maltempo dovrebbe continuare almeno fino a domani, mercoledì 22 maggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Camion carico di pollame finisce sulla pista ciclopedonale

  • Malore fatale, il titolare della pizzeria "Da Max" muore a 52 anni

  • Partita la maxi campagna vaccinale per 15mila ragazzi trevigiani

  • Tragico schianto contro un'auto, muore motociclista 61enne

  • Guarisce dal Coronavirus e lancia un appello ai giovani: «Evitate la movida»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento