Allagamenti, frane e grandine sulla Marca: il maltempo non da pace al trevigiano

Nella giornata di venerdì la Pedemontana veneta è stata colpita da una forte ondata di meteo avverso. Ad avere la peggio, come sempre, i vigneti e i raccolti

L'accumulo di grandine a Valdobbiadene (ph. Alberto Scapinello per il gruppo FB "Meteo Triveneto - Segnalazione in tempo reale")

Allagamenti, frane e grandine sulla Marca anche a Maggio. Potrebbe sembrare una barzelletta, ma invece è tutto vero ed è successo nella giornata di venerdì lungo tutta la Pedemontana veneta e ad avere la peggio sono come sempre i vigneti del Prosecco e i campi agricoli con le nuove colture. Il maltempo non sembra però voler dar tregua alla Marca, tanto che anche la "Corri in Rosa" di Treviso ha dovuto rinviare l'appuntamento tanto atteso con le donne runner pronte ad arrivare in città da tutta Italia. Nel frattempo, per quanto riguarda il trevigiano, venerdì mattina si sono registrati diversi interventi delle forze dell'ordine per: un'intesa grandinata su Valdobbiadene; l'esondazione del lago di Revine (con tanto di alcune aree completamente allagate anche a Tarzo); una frana a Fregona che ha portato alla chiusura della "Strada del Santo"; un problema alla linea telefonica che ha lasciato al 'buio' il Cup di Asolo e alcuni smottamenti di terreno tra Monfumo, Vazzola, Maser, Possagno e Sarmede. Insomma, una situazione difficile per tutto il territorio ancora per molte ore, tanto che la Regione Veneto ha dichiarato lo stato di attenzione fino a lunedì mattina. La speranza, quindi, è che tutto nel weekend possa andare per il meglio, senza danni a persone, animali o cose.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus nella Marca: ecco la mappa del contagio comune per comune

  • Coronavirus: ancora in aumento il numero dei contagi nella Marca

  • Coronavirus: sette morti nella Marca, cinquanta in terapia intensiva

  • «Prima smaltite ferie e permessi». Negata la cassa integrazione al Solnidò di Villorba

  • Macabro ritrovamento in serata: scoperto un cadavere vicino al Melma

  • Cronotachigrafo "truccato" e mezzo sovraccarico: camionista stangato

Torna su
TrevisoToday è in caricamento