Lightyear One: l'auto elettrica che utilizza pannelli solari

La nuova generazione di auto elettriche, sta arrivando con Lightyear One, un veicolo in grado di utilizzare l'energia solare che si carica mentre si è in viaggio

The Lightyear One, attualmente in fase del prototipo, è  un veicolo coperto da pannelli solari che arriverà nelle strade nel 2021. Sviluppato da un gruppo di designer profondamente radicati nel campo dei veicoli solari, vincitori per tre edizioni del World Solar Challenge con le loro autovetture solari "Stella" , prima di concentrarsi su una versione commerciale e degna di nota.            L'elegante design italiano, con cui è  stata concepita, attirerà sicuramente l'attenzione, soprattutto con i 5 metri quadrati di pannelli solari montati sul tetto e sul cofano, un'aggiunta che assorbe abbastanza energia per 12 km all'ora, non sembra molto, e in termini di viaggio non lo è, ma è un passo verso un'auto completamente solare. In realtà, il potenziamento del pannello solare non sarà la principale fonte di energia, quindi può essere caricato come una normale auto elettrica, a differenza di essere molto più veloce. Lightyear One è in grado di gestire 60kW di ricarica rapida, fornendo 507 km di carica all'ora. Ciò  che sta facendo la differenza, è che Lightyear One, è la portata totale di circa 450 km/h senza ricarica e questo supera l'attuale record, detenuto da Tesla, di circa 370 km/h con il Modello S.

Lightyear come Tesla
Come la Tesla, la Lightyear One spera di attrarre gli appassionati di auto sportive con un design leggero ed elegante. Le qualità, l'efficienza e le alte prestazioni significano che qualsiasi stazione di ricarica, può fornire una ricarica più rapida in meno tempo rispetto alla concorrenza. A differenza di Tesla e di altri produttori di auto elettriche , il prezzo di Lightyear One però risulta ancora  irraggiungibile per molti consumatori: i modelli iniziali sono disponibili per la pre-vendita al costo di circa $ 170.000. 


Lightyear One è stato progettato da una prospettiva radicalmente diversa

L'aerodinamica di Lightyear One, ha il miglior coefficiente di qualsiasi auto progettata fino ad oggi, grazie al suo design (italiano) all'avanguardia. Ripensare il concetto di un'auto da zero per ottimizzare il flusso d'aria intorno e sotto l'auto, ripensando ogni parte dell' auto dal telaio, agli specchietti laterali, dal cono di arresto al bagagliaio. Ciò, non solo rende l'auto elegante, ma ne riduce drasticamente il consumo di energia. Altra caratteristica è il peso ridotto dato dall'uso di materiali all'avanguardia che hanno ridotto il peso complessivo della vettura, mantenendo rigorosi standard di sicurezza dei passeggeri.                                                                      Il risultato è un'auto molto spaziosa che richiede meno della sua alimentazione, i motori su ruota e la batteria relativamente più piccola inoltre, riducono anche il carico complessivo, questo significa che Lightyear One ha un peso relativamente inferiore e una portata molto più lunga.

L'aerodinamica e il design ottimizzati, fanno sì che una batteria completamente carica abbia un'autonomia fino a 800 km. Le celle solari integrate della cappa e del tetto di 5 m2 significano che Lightyear One si carica fino a 12 km / h, la gamma superiore già continua ad estendersi ad ogni ora di luce solare. Quindi, la ricarica continua permette  potenzialmente alla vettura di non fermarsi mai.

Creare una mobilità pulita per tutti, sapendo che il 12% dei gas serra europei, viene emesso dalle automobili (un numero che aumenterà rapidamente se restiamo fermi), è  una missione e una responsabilità civile per tutti.


 

Link utili

Auto plurimarche

Impianti fotovoltaici

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Travolto e ucciso da un treno, la morte di Marco Cestaro fu un suicidio

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

Torna su
TrevisoToday è in caricamento