Azzolin esclusa in consiglio: "Spero non si tratti di mobbing sessista!"

"Dopo una mia interrogazione presentata a giugno 2017 sul degrado del centro storico e la sicurezza stradale, su sollecitazione di diversi cittadini, sono stata totalmente esclusa da ogni riunione e pre Consiglio"

Da un anno sono stata immotivatamente emarginata dalla maggioranza. Dopo una mia interrogazione presentata a giugno 2017 sul degrado del centro storico e la sicurezza stradale, su sollecitazione di diversi cittadini, sono stata totalmente esclusa da ogni riunione e pre Consiglio.

Nonostante le mie numerose richieste di chiarimenti, che ancora sto attendendo, e nonostante ahimè tutto il lavoro svolto dove ho sempre invitato l’intera squadra. Dall’organizzazione dell’opera lirica La Traviata nel cortile del Conservatorio agli aperitivi letterari da Ferrowine, fino all’iniziativa “Sette Notti ad in Castrum”, con la mia idea di trasformare il parcheggio del teatro Accademico in un’arena per spettacoli, idea ora copiata dal Comune, da cui, nonostante le mie richieste di collaborazione, sono stata esclusa.

Ho organizzato incontri su temi importanti come la legittima difesa in cui  Stacchio e Zancan hanno raccontato la loro terribile esperienza, e ancora altri incontri su turismo e banche. Ho collaborato con l’associazione Palio per mantenere vivo il legame con l’Amministrazione. Senza dimenticare le tante iniziative per il restauro delle mura, con l’omaggio del plastico donato al Comune dall’ Ascom, e soprattutto il lancio della proposta di candidare Castelfranco a Capitale della Cultura. Ho sempre aiutato il mio sindaco con il voto fedele alla maggioranza sempre e comunque, ricordo il mio appoggio sul caso Asco.

Resto tutt’oggi in attesa delle motivazione per cui non mi si coinvolge più in alcuna riunione, nonostante le varie richieste, anche per iscritto, inviate al capogruppo Baraciolli, situazione che mi ha da tempo condotta a dover ricorrere ad interrogazioni urgenti per avere risposte su questioni che vengono continuamente sollevate da tanti cittadini di Castelfranco. Triste è sentire queste ulteriori affermazioni dai capigruppo di maggioranza, in cui emerge la voglia di escludere a prescindere una consigliera leghista che ha sempre operato nel rispetto e con rispetto delle Istituzioni. Fiduciosa di avere invece a breve serie e reali motivazioni, mi auguro non si tratti di “mobbing sessista” nei confronti di una donna che ha sempre e solo operato per il bene della sua città.

Grazia Azzolin

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

Torna su
TrevisoToday è in caricamento