Inchiesta Jesse, Zaia: "Un caso che varrebbe una rivoluzione"

Il governatore del Veneto Luca Zaia si è espresso in merito al caso dei lavoratori della Jesse di Gaiarine, al centro di un'inchiesta su presunte irregolarità fiscali

"Essere costretti a pagare una multa per aver lavorato in nero è un caso che da solo varrebbe la rivoluzione", ha commentato così Luca Zaia la vicenda dei lavoratori della Jesse di Gaiarine.

Il governatore del Veneto si espresso in merito durante le registrazione di una trasmissione di Rete Veneta che andrà in onda mercoledì sera.

L'azienda del legno trevigiana è finita al centro di un'inchiesta della magistratura per le irregolarità fiscali che sarebbero state commesse alcuni anni fa, in particolare per retribuzioni "fuori busta" a lavoratori impegnati nell'orario straordinario.

"La multa non dovrebbero pagarla i lavoratori - ha dichiarato Zaia - e a mio giudizio neanche l'azienda. Non nascondiamoci dietro ad un dito, perché quella forma di pagamento è frutto di una contrattazione fra le parti, e nessuno avrebbe accettato gli straordinari se non avesse avuto detassate quelle risorse".

"Naturalmente - ha aggiunto il presidente - è chiaro che è stato commesso un reato, ma occorre rivedere la formula. Ad esempio stabilire che un certo numro di ore la settimana siano esenti dalla tassazione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La ricchezza - ha concluso Zaia - non va trasferita dal datore di lavoro ai romani ma dal datore di lavoro ai lavoratori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento