Elezioni 2019, Cavaso Viva ha scelto il candidato: Gino Rugolo

Abita a Cavaso del Tomba, 56 anni sposato e padre di 2 figli. E’ laureato in giurisprudenza, medaglia d’oro dell’AVIS e da ben 37 anni è segretario del Coro Valcavasia

Il gruppo civico denominato “Cavaso Viva” ha designato quale proprio candidato sindaco per le prossime elezioni amministrative del 26 maggio 2019, Gino Rugolo. Rugolo, abita a Cavaso del Tomba, 56 anni sposato e padre di 2 figli. E’ laureato in giurisprudenza, medaglia d’oro dell’AVIS e da ben 37 anni è segretario del Coro Valcavasia; ha maturato competenze specifiche in contabilità analitica ed industrializzazione del prodotto in diverse realtà industriali. Da sempre particolarmente vicino al mondo del volontariato ed impegnato in varie attività della comunità.

“Abbiamo costituito un gruppo di lavoro nel quale si sono ritrovati numerosi coloro che, provenienti dalle più diverse esperienze, hanno deciso di dare voce alla maggioranza silenziosa del paese che purtroppo non si rassegna al suo lento declino” spiega Rugolo. Il gruppo “Cavaso Viva” ha diverse personalità. Sono presenti molti giovani, dinamici e propositivi che hanno a cuore lo stato e la vivibilità del paese in cui abitano, persone di estrazione civica che mai hanno avuto a che fare con la politica ma che si sono sempre impegnate nel volontariato, per il bene della comunità con sacrificio, devozione e con la consapevolezza e l'entusiasmo che da sempre li contraddistingue. Il nostro impegno, supportato da tutti i cittadini, sarà quello di rendere il paese migliore per chi ci abita, con particolare attenzione ai servizi come: scuole, gli uffici dedicati alle problematiche sociali e famigliari, la biblioteca, l'offerta culturale, la viabilità e la sicurezza in tutto il territorio comunale”. Sottolinea Gino Rugolo: “Cavaso del Tomba ha bisogno di una sferzata di positività, di nuova energia propositiva, di sinergie con le amministrazioni dei comuni confinanti. In questi giorni ho raccolto fiducia e solidarietà da parte dei miei concittadini che ci chiedono di far rinascere il paese attraverso il lavoro condiviso con tutta la comunità di Cavaso, coinvolgendo le associazioni, la parrocchia, gli studenti ed il tessuto economico. Cavaso deve tornare ad essere il fulcro della Valcavasia, sia in termini di sviluppo economico, sociale e turistico incentivando tutte quelle realtà che possono creare ricettività, svago, momenti di festa e quindi attrattivi per i visitatori del nostro bel territorio. I miei studi presso il Seminario di Treviso mi hanno formato anche sotto l’aspetto umano e cattolico e quindi un pensiero particolare lo rivolgo alle persone anziane, alle famiglie in difficoltà ed a tutte le persone che necessitano che l’amministrazione sia loro vicino per aiutarli, coadiuvarli e non lasciarli mai soli. Il gruppo che rappresento, si è posto come obiettivo proprio il benessere dei propri concittadini, per poter offrire loro un paese migliore in modo da tornare a sorridere nuovamente”

Potrebbe interessarti

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Vesuvio a rischio eruzione: il Veneto potrebbe ospitare i napoletani sfollati

  • Buona la prima: al Biscione in pista oltre 200 ballerini di tango argentino

  • L'estate incantata arriva a Treviso: cinema e spettacoli da luglio a settembre

I più letti della settimana

  • Astronave aliena atterra a Ca' Tron: il video fa il giro del web

  • Tragedia sul Piave, si tuffa in acqua e viene trascinato via dalla corrente

  • Travolto da un'auto mentre cammina a bordo strada, muore un 67enne

  • Sparito nelle acque del Piave, ore di angoscia per Nicola Bertoli

  • Semina il panico in città, poi punge con una siringa un carabiniere

  • Grave incidente a Ponzano, cade con lo scooter: soccorso dal Suem 118

Torna su
TrevisoToday è in caricamento