Mogliano, il Consiglio comunale dei ragazzi fa discutere sindaco e opposizioni

Il consigliere Ceschin aveva chiesto delucidazioni sulla scomparsa del consiglio dei giovanissimi con l'arrivo della nuova amministrazione. Il sindaco Bortolato gli ha risposto così

In foto il vecchio consiglio comunale dei ragazzi (Immagine d'archivio)

«Il Consiglio comunale dei ragazzi ha perso brio e forza ed ora c'è bisogno di nuova linfa vitale. Come di consueto il consigliere Ceschin accende gli allarmi inutilmente. Importante organo del nostro Comune, in vigore dall’anno 2000, andrà presto ad eleggere le rappresentanze ed inizierà anche quest’anno il suo ammirevole lavoro».

A dirlo è il sindaco di Mogliano Veneto, Davide Bortolato, in risposta alle polemiche dei giorni scorsi sul futuro del Consiglio comunale dei ragazzi, scomparso dopo l'arrivo della nuova giunta in paese. «Questa amministrazione già i primi giorni di dicembre ha convocato i tutor scolastici per indire le nuove elezioni e successivamente il 16 dicembre ha incontrato un genitore delegato e la storica coordinatrice del Consiglio comunale dei ragazzi. Va onsiderato che nel passato quinquennio i ragazzi non sono mai stati accolti in Consiglio comunale come consuetudine - contrattacca Bortolato - e che, sempre nell’ultimo quinquennio le richieste e le istanze portate dai bambini siano state completamente dimenticate a favore di una prosopopea educativa e politica fatta dall’ex vicesindaco Ceschin. Infatti i ragazzi, nell’ultimo periodo del Consiglio comunale dei ragazzi, hanno ricoperto un ruolo passivo, marginale e non propositivo e attivo come da dettami del Progetto del Consiglio Comunale dei Ragazzi. L’ultima turnata del rinnovo del Consiglio comunale dei ragazzi è stata fatta il 17 dicembre 2018 in tutta fretta senza dare nemmeno la possibilità ai giovani di cominciare la loro “campagna elettorale”. Dalla nostra amministrazione - conclude Bortolato - subito è stato richiesto un nuovo appuntamento con le tutor della scuola per poter indire le elezioni alla ripresa delle attività scolastiche dopo il periodo natalizio. Solo la scorsa settimana abbiamo ricevuto la conferma dell’appuntamento che è stato fissato per questa settimana. L’assessore Tochet e il consigliere delegato Bison stanno già lavorando per far ripartire con più brio e più energie di sempre il Consiglio comunale dei ragazzi, caratterizzando con partecipazione, confronto e senso civico il progetto che ha senso solamente se i ragazzi sono al centro del progetto stesso e mai deve essere strumentalizzato dalla politica come il nostro consigliere Ceschin ha fatto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Diabete e retinopatia, il prof. Bandello: "Siamo all'avanguardia, ma ancora pochi screening"

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

Torna su
TrevisoToday è in caricamento