Silea, si è insediato il nuovo Consiglio comunale dei ragazzi

L’undicesimo Consiglio comunale dei ragazzi si è insediato durante la cerimonia di giovedì pomeriggio, 14 novembre, presso il Municipio di Silea. Presente l'assessore Trevisin

L’amministrazione comunale di Silea ha annunciato nelle scorse ore l’insediamento del nuovo Consiglio comunale dei ragazzi, composto dal sindaco Anita Trevisin e da dodici consiglieri: Filippo Moretto, Penelope Pozzo, Michelangelo Mattiuzzo, Alessandro Cisolla, Sara Furlan, Emma Barbon, Emma Galli, Anna Fregolent, Ludovica Martin, Massimiliano Vecchiato, Denise Fava e Beatrice Iannacone, provenienti dalle classi quarte e quinte delle scuole primarie e dalle classi prima e seconda della scuola secondaria di primo grado del territorio.

Il sindaco e gli otto consiglieri di maggioranza fanno parte della lista 1 “Cultura”, mentre i quattro Consiglieri di minoranza provengono dalla lista 3 “Sport” e dalla lista 2 “Ambiente”. Il progetto prende avvio dalla convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti dei Bambini che ha formalizzato una visione radicalmente nuova dell’infanzia e della gioventù (28.11.1989). L’Unicef, a sua volta, ha proposto il progetto "Sindaci difensori ideali dei bambini" che in Italia ha visto la realizzazione del progetto “Democrazia in Erba” con i Consigli Comunale dei Ragazzi, sorti come atti volontari dei Sindaci stessi con il coinvolgimento delle Istituzioni scolastiche. Le prime elezioni del Consiglio comunale dei ragazzi di Silea si sono tenute nel 1999, a seguito dell’approvazione da parte del Consiglio comunale del progetto “Democrazia in Erba”, con lo scopo di formare giovani cittadini nella consapevolezza dei diritti e dei doveri civici, verso le istituzioni e la comunità. L’organismo ha funzioni propositive e consultive sui temi dell’attività amministrativa, quali l’istruzione, l’ambiente, lo sport e il tempo libero, i giochi e l’associazionismo, la cultura e lo spettacolo. Tra gli obiettivi: imparare che si può essere protagonisti della vita del proprio Comune; diventare consapevoli che ciascun individuo è responsabile del patrimonio collettivo; pensare a se stessi come a persone capaci di sviluppare punti di vista originali per la soluzione dei problemi; sviluppare le proprie capacità progettuali; imparare a rispettare gli impegni presi e saper stabilire un rapporto di concretezza tra aspirazioni, bisogni e possibilità di realizzazione

L’assessore Angela Trevisin è intervenuta all'insediamento con queste parole: «Saluto con entusiasmo ed auguro buon lavoro a questi nuovi rappresentanti degli alunni di Silea, che avranno l'occasione di sperimentare la passione e l’impegno politico. Ancora una volta i nostri giovani sono esempi  per la comunità, con la loro partecipazione attiva alla vita istituzionale del nostro territori. Infatti, come regalo per il ventennale del Consiglio Comunale dei Ragazzi, l’amministrazione comunale di Silea e una delegazione di 50 alunni del’Istituto Comprensivo  Statale di Silea, sono state invitate a partecipare alla celebrazione del trentesimo anniversario della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, che si terrà mercoledì 20 novembre 2019 presso l'aula magna di Palazzo Bo dell’Università di Padova, per portare i propri esempi di buone pratiche. A nome di tutta l’amministrazione omunale ringrazio sentitamente il Sindaco, i Consiglieri uscenti e le insegnanti dell’Istituto Comprensivo Statale di Silea per il servizio svolto alla comunità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Gravissimo scontro tra uno scooter e un'auto: 24enne muore tra le braccia del fidanzato

  • Si schianta con l'auto poco distante da casa: morto un padre di famiglia

  • L'uscita domenicale in bici finisce in tragedia: morto un ciclista investito da un'auto

  • Legato in un bosco e picchiato per vendetta: nei guai anche un'influencer trevigiana

  • Incidente in motorino, Roberto Artuso muore dissanguato in Congo

Torna su
TrevisoToday è in caricamento