Emergenza Coronavirus nella Marca: il Pd chiede immediati tamponi per i sanitari

Zorzi e Rocco: «Come ripetono in queste ore i nostri rappresentanti al governo, siamo tutti sulla stessa barca e non c’è tempo da sprecare in attacchi polemici»

Giovanni Zorzi

Consapevole del momento di eccezionale gravità, con spirito collaborativo, sulla scorta delle segnalazioni che si stanno registrando da cittadini e operatori sanitari, il Partito Democratico della provincia di Treviso si sente di avanzare a istituzioni regionali, amministrazioni comunali e autorità sanitarie due proposte per contribuire a fermare il contagio in corso e ad uscire quanto prima dall’emergenza sanitaria.

"Abbiamo ascoltato la proposta di Zaia - dichiarano Nicolò Rocco, responsabile sanità per il PD provinciale, e Claudio Beltramello, medico di Castelfranco Veneto e coordinatore del gruppo strategico sulla sanità del PD regionale - di fare tamponi fuori dai supermercati. Senza spirito polemico, ci permettiamo di suggerire una scala di priorità. In questo momento in Veneto non riusciamo a garantire che vengano effettuati in tempi brevi i tamponi alle persone sintomatiche e a tutto il personale sanitario. Prima dunque di fare tamponi a spot su asintomatici fuori dai supermercati, chiediamo che i tamponi siano fatti con urgenza a tutto il personale sanitario e al personale dei servizi sociali e socio-sanitari che per garantire i servizi essenziali, come case di riposo e assistenza domiciliare, è a contatto con le categorie più fragili come gli anziani. Se fatti i tamponi a queste categorie avessimo la possibilità, facciamoli alle persone asintomatiche ma conviventi o venute certamente in contatto ai casi accertati. Confidiamo che, al di là dell’idea di Zaia, i microbiologi della Regione abbiano ben chiaro quale sia l’ordine delle urgenze”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Aggiunge Giovanni Zorzi, segretario provinciale: “In questi giorni alcuni comuni della Sinistra Piave, a cominciare da Conegliano, stanno procedendo a sanificare le proprie strade e piazze. Se dalla Regione arrivano evidenze scientifiche che dimostrano che questa sia un’operazione necessaria e urgente per rallentare la diffusione del virus, allora chiediamo che venga fatta in tutti i Comuni della Provincia di Treviso e del Veneto”. Concludono Zorzi e Rocco: “Come ripetono in queste ore i nostri rappresentanti al governo, siamo tutti sulla stessa barca e non c’è tempo da sprecare in attacchi polemici. Cerchiamo, quindi, di marciare nella stessa direzione, dando ciascuno il proprio contributo con responsabilità e senso civico. Insieme ce la faremo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Famiglia Zoppas in lutto: morto a soli 55 anni il noto manager Marco Colognese

  • Misteriosa scia luminosa solca i cieli tra le province di Treviso e Venezia

  • Finisce in acqua mentre gioca in giardino, bimba di due anni muore annegata

  • Coronavirus, oltre 10mila contagi in Veneto: cinque morti nella Marca

  • Scopre agricoltore che sversa liquami nel fosso: viene preso a martellate

  • Sparisce di casa andando a fare la spesa: ritrovato nella notte

Torna su
TrevisoToday è in caricamento