Domiciliari per i carcerati di Santa Bona, Rizzotto: «Non è questa la risposta al virus»

La capogruppo di Zaia Presidente: «Il problema del sovraffollamento carcerario si risolve con più mezzi e più uomini, non liberando i colpevoli»

«Uno dei fondamenti dello Stato di diritto è la certezza della pena. Se uno Stato abdica questo principio, viene meno un pilastro essenziale e con esso la fiducia dei cittadini verso le istituzioni. I trevigiani cosa diranno quando 50 delinquenti torneranno a scontare la loro pena tra le mura a fianco della loro casa?». E’ Silvia Rizzoto, capogruppo di Zaia Presidente, a commentare la notizia che al carcere di Santa Bona la risposta al sovraffollamento carcerario e all’emergenza Coronavirus è nella disposizione del Governo che consentirebbe agli istituti penitenziari di rispedire ai domiciliari alcuni dei condannati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«La folle norma per svuotare le carceri voluta da questo Governo sta iniziando a trovare applicazione anche nel nostro territorio, ed è allucinante. Cinquanta persone che si sono macchiate di reati diversi potrebbero presto tornare al proprio domicilio. Di fronte ad un dramma sanitario, è questo il meglio che uno Stato come l’Italia riesce a fare? Il problema del sovraffollamento carcerario si risolve con più mezzi e più uomini, non liberando i colpevoli. Ed anzi, chi verificherà che questi galeotti non tenteranno di fuggire o tornare a delinquere? In queste settimane tutte le forze dell’ordine sono impegnate a monitorare il territorio: la scelta del carcere di Treviso, figlia di una norma voluta da Partito Democratico e 5 Stelle, è irrispettosa verso i cittadini. Una vergogna che speriamo venga presto sanata» conclude la Rizzotto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Laurea in Medicina a Treviso: Governo impugna la legge del Veneto

  • Malattia fulminante spegne la vita della piccola Nicole a soli 12 anni

  • Apre a Oderzo il Würth Store, negozio con oltre 5 mila prodotti professionali

  • A 25 anni rileva un ristorante e apre una pizzeria per giovani e famiglie

  • Ricerche sui terremoti, trevigiano premiato dall’ETH di Zurigo

  • Malore fatale mentre è a casa dell'amico, muore a 23 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento