Elezioni comunali: Silvana Boer sfida Paola Roma sui conti del Comune

A Ponte di Piave la campagna elettorale entra nel vivo. L'ex vicesindaco Boer ha attaccato l'ex primo cittadino: «Paola Roma manca di rispetto al Commissario. Voglio un confronto»

In foto: Silvana Boer

Silvana Boer, già vicesindaco con delega al bilancio del Comune di Ponte Piave, smentisce l’ex sindaco Paola Roma: «Nel corso della campagna elettorale, Paola Roma ha inviato a tutti i pontepiavensi un depliant propagandistico in cui rivendica gli investimenti operati durante la nostra amministrazione 2014-18, prima del commissariamento: legittimo, peccato che le cifre siano inesatte e poco chiare. E lo dico da suo ex assessore al bilancio, senza tema di smentita. 

Ciò che però non è accettabile è l’aver imposto quella mendace e tendenziosa dicitura alla relazione di fine bilancio redatta dagli uffici comunali: a pagina 21 ha preteso che fosse aggiunta in neretto l’espressione “Opere pubbliche previste nel 2018/19 e ad oggi non realizzate a causa del commissariamento”. Qui siamo di fronte ad una falsificazione, ad una strumentalizzazione elettorale su documenti pubblici, che offende prima di tutto l’egregio operato dell’ex commissario Signoriello, che ha ben lavorato. Un commissario si occupa di proseguire con la normale amministrazione, non prende decisioni politiche: le opere elencate da Paola Roma furono deliberate dalla Giunta prima del commissariamento, e quindi il dottor Signoriello ne ha portato avanti regolarmente e professionalmente l’iter burocratico, senza intralciare niente e nessuno. Le opere si faranno nei tempi previsti dalle procedure, e Paola Roma manipola la verità consapevolmente. Peraltro, l’azione del commissario ha fatto risparmiare in questi mesi 30.000 € di indennità dell'ex sindaco e di noi ex assessori.

La tendenza di Paola Roma ad ignorare le regole del gioco di squadra, a non rispettare le persone che lavorano al suo fianco o al posto suo, a delegittimare l’altrui professionalità, si conferma anche in questa occasione. Proprio questo suo reiterato atteggiamento fu alla base dello scollamento della sua maggioranza e del commissariamento dell’agosto scorso. L’unico nella storia di Ponte di Piave, l’unico in tutta la Marca Trevigiana. Un motivo ci sarà. Ribadisco: Paola Roma sta divulgando inesattezze e gettando fumo negli occhi dei pontepiavensi, e la sfido una volta per tutte a confrontarci pubblicamente sui conti della nostra amministrazione e sulle ragioni della sfiducia che ha ricevuto da noi lo scorso agosto. Sono pronta ad affrontarla, forte della verità, in qualsiasi momento. Un confronto che lancio a titolo personale, tra amministratori che si ricandidano alla gestione politica della nostra comunità ed del nostro territorio. Attendo che la signora Roma indichi luogo e giorno del dibattito».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Elezioni comunali: Chiarano non raggiunge il quorum, Comune commissariato

  • Sport

    La De' Longhi approccia bene la serie: Treviglio sconfitta 75-56 in gara 1

  • Cronaca

    Maxi-rissa in un appartamento, spuntano bastoni e coltelli: undici arrestati

  • Attualità

    Giro d'Italia nella Marca: festa rosa a Crocetta del Montello

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, jackpot sfiorato in un bar di Preganziol

  • Malore fatale in osteria nella notte, 38enne perde la vita

  • Sono due giovani operai le vittime del grave incidente autostradale

  • Arriva il Giro d'Italia a Treviso: ecco tutte le modifiche alla viabilità e dove parcheggiare

  • Taglio fatale all'alluce: anziana muore dopo la pedicure

  • Male di vivere, ex guardia giurata di 27 anni si uccide

Torna su
TrevisoToday è in caricamento