San Polo di Piave: Fabio Biancolin si candida a sindaco

Presentata la lista civica “Valorizza San Polo – Biancolin sindaco”. Una squadra di giovani ed esperti che si presenterà alle prossime elezioni comunali del 26 maggio

E’ stata presentata lunedì sera, 6 maggio, la lista civica “Valorizza San Polo – Biancolin sindaco” che vede come candidato a primo cittadino Fabio Biancolin. Una serata a cui erano presenti anche il presidente della Provincia, Stefano Marcon, e il sindaco di Treviso, Mario Conte.

Imprenditore di 44 anni e già capogruppo di maggioranza nell’attuale amministrazione comunale, nonché assessore e consigliere in passato, Fabio Biancolin si candida affiancato da una squadra che ben coniuga l’esperienza con l’innovazione. Accanto a cinque candidati già attivi nel mondo politico-amministrativo – tra cui i due assessori uscenti Bruno Brugnera e Marco Camatta -, si presentano al voto altre sette persone, giovani, motivate ed intraprendenti. Questi i candidati: Lorella Furlan, 56 anni, insegnante di scuola primaria; Elisa Battistella, 38 anni, imprenditrice; Giorgio Corbanese, 49 anni, elettricista; Bruno Brugnera, 54 anni, geometra; Sara Bizzocca, 31 anni, impiegata tecnica; Pierangelo Callesella, 61 anni, musicista imprenditore; Marco Bazzo, 31 anni, impiegato; Lucio Zaninotto, 48 anni, imprenditore agricolo; Michele Fantuzzi, 38 anni, commerciante; Paolino Schioser, 61 anni, pensionato; Marco Camatta, 47 anni, responsabile commercio Italia; Maura Brussolo, 39 anni, impiegata

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Spiega Fabio Biancolin: “Dopo venti anni a servizio della comunità come consigliere, assessore e capogruppo, è arrivato il momento di scommettere qualcosa in più. Vorrei poter essere il sindaco di tutti perché le divisioni penalizzano sempre. E vorrei portare quello che sono nel modo di amministrare: l’apertura, la capacità di ascolto e di dialogo. La mia candidatura è accompagnata da una squadra ben assortita e capace che mi ha dato piena fiducia. Donne e uomini, volti nuovi e di esperienza, tutti con il solo obiettivo di essere utili alla comunità. Sono molti i progetti che l’attuale amministrazione lascia in eredità e ci sentiamo in dovere di dare seguito e continuità a quanto fatto fino ad oggi, rimboccandoci le mani fin da subito”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Malore fatale, il titolare della pizzeria "Da Max" muore a 52 anni

  • Partita la maxi campagna vaccinale per 15mila ragazzi trevigiani

  • Camion carico di pollame finisce sulla pista ciclopedonale

  • Tragico schianto contro un'auto, muore motociclista 61enne

  • Il direttore generale della Uls 2: «E' una tragedia, così riparte l'infezione e non sarà mai finita»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento