Troppi furti a Preganziol, l'ex consigliere Badin invoca l'intervento dell'esercito

"La Giunta comunale ha completamente fallito sul capitolo sicurezza dopo l'ennesimo tentativo di furto avvenuto nei giorni scorsi. Ci vorrebbero i militari a pattugliare di notte"

Badin con Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia

PREGANZIOL Chiamare l’esercito a Preganziol. Questa la proposta di Christian Badin – Dirigente provinciale di Fratelli d'Italia:  "A due anni e mezzo di amministrazione della città di Preganziol posso affermare che questa Giunta ha completamente fallito sul capitolo sicurezza, dopo l'ennesimo tentativo di furto avvenuto nei giorni scorsi tra le due e tre di notte in via Sambughè a Preganziol. Dei ladri hanno rubato dell'oro in una abitazione con le persone che dormivano tranquillamente all'interno, smontato i balconi e gli infissi, causando dei danni alle abitazioni. Poi, non paghi, hanno provato ad entrare anche in altre abitazioni vicine, e solo l'abbaiare di un cane e l'accendersi delle luci li hanno fatti scappare. Questo ennesimo furto segue i furti di via Casarin, via Luisello, via Baratta Vecchia e nel quartiere di Borgo Fiorito...in pratica la zona ovest di Preganziol è un completo far west o meglio un west thief".

La richiesta avanzata da Christian Badin, ossia di portare l'Esercito in paese, è una provocazione, ma al tempo stesso tende a fare luce su un problema furti che è quasi quotidiano: "Ogni giorno si hanno notizie di ladri che entrano indisturbati nelle case, nonostante sofisticati sistemi di allarme. Far pattugliare all'esercito, di notte, le nostre vie, soprattutto quelle più buie e di periferia, potrebbe essere una soluzione. Siamo esasperati come cittadini, questa amministrazione vuole fare qualcosa o pensa solo a vestirsi in maschera e a fare feste? La nostra città non è sicura, ma posso parlare anche per i comuni limitrofi, perchè il problema sicurezza non è locale, ma va guardato con l'occhio acuto di chi comprende che si tratti di una situazione a livello nazionale".

"La città vuole essere viva, vuole essere universitaria e turistica, ma se foste una famiglia scegliereste una città in cui servono i militari nelle strade per mandare vostro figlio a scuola o a giocare? - continua l'esponente di Fratelli d'Italia - E se foste dei turisti, leggendo la notizia sui giornali o vedendola ai telegiornali sareste tranquilli nel far tappa nella nostra città? Alla notte il paese muore, le periferie sono un 'desolato silenzio e profondissima quiete' come direbbe Leopardi, e probabilmente la posizione geografica rende Preganziol una delle mete preferite dai ladri. E’ sbagliato, infatti, pensare, che si possano risolvere i problemi di sicurezza coi militari, che dovrebbero operare con pattuglie principalmente di notte. Vanno riviste tutte le modalità riguardanti la sicurezza. Le telecamere non sono sufficienti, perchè spesso non sono del tutto funzionali alla prevenzione, e l'aver accorpato a  Casier il Comando dei vigili ha di fatto ridotto il servizio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Schianto contro un camion, dichiarata la morte cerebrale del 17enne

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

  • La ghiacciaia: il bistrot realizzato in un bunker della Grande Guerra

  • Esplode una granata nel garage di casa, 19enne trasportato in ospedale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento