Lega, lo Sceriffo Gentilini sbatte la porta in faccia al Senatur

Umberto Bossi non sembra essere il benvenuto a Treviso. Almeno per il prosindaco Giancarlo Gentilini che dichiara: "Alle feste della Lega è tempo che non partecipi più"

Giancarlo Gentilini mette Umberto Bossi alla porta. "Alle feste della Lega è tempo che non partecipi più", dichiara lo Sceriffo a Il Gazzettino.

"Può venire come presidente - precisa il prosindaco di Treviso - ma non prendere la parola". "Il tempo di Bossi è finito - decreta Gentilini - comincia invece il tempo di Maroni".

"E poi Bossi e Berlusconi devono fare un atto di pentimento - aggiunge - perché è stato distrutto quel loro grande governo in cui tanti cittadini avevano creduto".

E se Bossi si presentasse alla Festa della Lega nella sua Treviso, fissata per il 6 settembre? "Andrei a vedere - commenta Gentilini - Ma se dovesse prendere la parola credo che uscirei dallo stand. La Lega - conclude - è stata massacrata da quel maledetto cerchio magico che si è instaurato attorno a Bossi".

Potrebbe interessarti

  • Tumore incurabile, il sorriso di Tiziana si spegne a soli 44 anni

  • Trascinate dalla corrente: due sorelle rischiano di annegare nel Piave

  • Cane abbandonato sotto il ponte di Segusino: trovato il proprietario

  • Festa dell'Assunta, frecciata a Salvini nell'omelia di Monsignor Gardin

I più letti della settimana

  • Morto in mare a Jesolo: indagati due bagnini

  • Autostar vende a prezzo ridotto le auto danneggiate dal maltempo

  • Tumore incurabile, il sorriso di Tiziana si spegne a soli 44 anni

  • Jesolo: trovato senza vita il ragazzo disperso in mare

  • Gita in pedalò, entra in acqua e non riemerge: disperso un 23enne

  • Trascinate dalla corrente: due sorelle rischiano di annegare nel Piave

Torna su
TrevisoToday è in caricamento